-FUMETTI- Federico Appel – La mossa del coccodrillo (Sinnos)

Titolo: La mossa del coccodrillo

Autori: Federico Appel

Casa Editrice: Sinnos

Caratteristiche: pag. 64, 16,5 x 22,5

Prezzo: 11,00 €

ISBN: 9788876094699

Giallo a colori accesi, emozionante e stupefacente capace di catturare l’attenzione del lettore grazie ad una vicenda raccontata con grande capacità d’insieme e grande impronta investigativa. Un libro – fumetto, non solo per i più piccoli che contribuisce ad arricchire di sostanza una narrazione ambientata in una villa di campagna. Una magione che fa da scenario principale allo scorrere della vicenda.

Personaggi che sembrano uscire da un romanzo di Agatha Christie si muovono all’interno di una struttura ben studiata e divertente. Una dimora dispersa nel verde. Un invito a pranzo e un furto di un prezioso gioiello. Elementi classici si fondono in modo magistrale grazie ad una caratterizzazione notevole di tutte le personalità in campo. Una sorta di grande Cluedo in cui noi lettori esterni possiamo percepire l’intero svolgersi degli eventi.

Federico Appel, dopo La grande rapina al treno, ci consegna un altro fumetto illustrato dalla forte connotazione cinematografica. I protagonisti dell’intero libro siamo noi stessi che cerchiamo, con attenzione, di comprendere tutti gli spostamenti delle figure coinvolte in un vortice essenziale di bellezza e meraviglia concentrica.

Uno stile collaudato, ma necessario nel panorama d’autore italiano. Un libro che inevitabilmente immerge e concede diverse letture nel tentativo di provare a smarrire la strada conosciuta con l’intento di apprendere nuove angolature, nuove visioni. Quel particolare lasciato a sedimentare e riscoperto con stupore.

Sinnos ci consegna questa sorta di libro-gioco destinato alla curiosità dei piccoli investigatori. Detective in erba, alle prime armi che apprezzeranno, senza ombra dubbio, questa sostanza colorata che partendo da un’idea semplice riesce a catalizzare occhi e cuore in un’avventura davvero straordinaria e leggera.

Un’avventura che coinvolge sin dalle prime pagine. Un fumetto che sa costruire ad arte atmosfere e complicità partendo da elementi condivisi e comprensibili.

Per info e per acquistare il fumetto:

https://www.sinnos.org/prodotto/la-mossa-del-coccodrillo/

 

 

 

Pubblicato in FUMETTI | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Amplifire – Gioia vuota (Ultrasound Records)

Chitarre anni settanta per un suono proiettato nel futuro a solcare elementi prog in una sorta di limbo rock capace di tessere trame e parlare inevitabilmente attraverso il suono della memoria. Una voce maschile e una femminile spesso a far da traino a pezzi di difficile collocazione a racimolare polvere nelle strade della vita in un sodalizio con quello che ci portiamo dentro che è motore pulsante di questo disco. Gioia vuota degli Amplifire è un inno all’estetica non fine a se stessa, ma piuttosto raccoglie, a tratti, uno stile macchinoso e non sempre incisivo. Le canzoni proiettate in questo presente si sormontano a creare una sorta di insieme vocale importante e sicuramente da sottolineare, come in Obsession, fino a scorrere l’astrusa concezione di una profondità da trovare in pezzi come Scala infinita o la finale + controllo. Gioia vuota è un album alquanto anomalo. Un compendio di stravaganze non sempre azzeccate a cui riconoscere una forte dose di coraggio.


Pubblicato in Alternative Rock, Elettronica | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Ekynoxx – Gravità zero (Autoproduzione)

EkynoxX presenta "Gravità Zero"

Società cibernetica incapsulata in proiezioni fantascientifiche e pillole di elementi costruiti in una sorta di disco dance che tenta di attraversare la nostra realtà con particolare movimento circolare impresso nel costruire un concept che dai viaggi spaziali si adagia nel raccontare tutto questo mondo che ci gira intorno. Gravità zero è un ellisse che parla anche di piccole cose. Lo fa attraverso un elettro pop non troppo originale, ma debitore di un suono anni ottanta che risulta essenziale in modo predominante anche in questa nuova fatica. Sintetizzatori quindi a bomba, caschi interspaziali e pure sonorità asettiche nel ricercare un senso compiuto ai minimi movimenti del nostro essere vivi. Quattordici tracce che percorrono un mare da esplorare per palati affini ad un genere che oramai è sperimentazione tra manierismi e bisogno costante di raccontare il visibile.


Pubblicato in Elettronica | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Marquez – I vinti (Bluscuro)

Marquez - I Vinti (Bluscuro) -

La vera natura ricolma di speranza si inerpica in un disco che attraversa gli spazi siderali imprigionando la melodia e lasciando al vuoto che avanza un senso compiuto di mirabile bellezza. Marquez confeziona un disco da brividi. Una sorta di compendio necessario che attraversa l’oscurità incrociando i Radiohead, Paolo Benvegnù, Pieralberto Valli in una sorta di limbo di cantautorato elettronico pregno di lirismo e unicità dove i colori perdono il loro peso per lasciare spazio al nero accecante. I vinti narra di questi tempi. Marquez, all’anagrafe Andrea Comandini, intavola racconti, elementi di sconfitta e possibilità nuove di andare oltre la normale narrazione. Intavola un dialogo introspettivo con il proprio io e racconta di questa società malata partendo, in punta di piedi, con l’emozionante Albatros per poi prolungare visioni con La terra trema, I demoni/Interludio d’Ottobre, Il disgelo, la title track nel finale. Un concept che si fa scoperta e narrazione. Un album carico di contenuti che muta e si reinventa raccogliendo dall’abisso perle rare e preziose, forse troppo preziose per questi tempi infami. I vinti è un capolavoro.


Pubblicato in Alternative Rock, Elettronica | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Jalan Nx & OG Samardo – L’uomo isola (Jalan Beats)

Jalan Nx - Recensione - L'uomo isola feat Og Samardo (Rap, Hip-Hop, R&B)

Suoni di strada a concentrare l’etere di veridicità. Suoni marcati, metropolitani che non cercano di certo mezze misure o le vistose pubblicità di questi tempi infami. No, OG Samardo prodotto da Jalan Nx ci fa ascoltare una prova urbana che mescola in modo pensato e ragionato un rap di sostanza, un rap a trazione anteriore che non si limita al compitino, ma promuove una visione d’insieme da estrapolare lungo gli spazi siderali delle nostre città abbandonate. L’uomo isola è l’inno introspettivo e interiore dello stesso artista. Un miscuglio eterogeneo di vissuti che danzano in pezzi come Vampiri energetici (Marea), Sick led, Importa a creare una comunione d’insieme che si affaccia alla modernità e regala pezzi strumentalmente ben arrangiati in beat compositi e in evoluzione. Il disco di Jalan Nx & OG Samardo racconta di spazi che sentono il bisogno di ritornare nostri, racconta di una contemporaneità basata sul senso di appartenenza, lontana dal traffico congestionato della pubblicità patinata di tutti i giorni.


Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Banda POPolare dell’Emilia Rossa – La goccia e la tempesta (Autoproduzione)

Streaming: Banda POPolare dell'Emilia Rossa - Album - La Goccia e la Tempesta (Cantautore, Progressive, Folk)

Una sorta di prog punk rock di un’Emilia paranoica che attinge linfa vitale tra le tempeste quotidiane e ingaggia un duello aperto con la contemporaneità, con i fatti che ci coinvolgono giorno dopo giorno. La banda POPolare dell’Emilia Rossa ci regala La goccia e la tempesta, un album dedicato a Lorenzo Orsetti caduto in Rojava nel Marzo del duemiladiciannove lottando e combattendo contro l’isis. Un album carico di pathos e forte capacità espressiva nel creare un caleidoscopio di esigenze che rendono la proposta eterogenea spaziando dal classico cantautorato di protesta fino alla definizione di un vero e proprio concept dove elementi del passato e del presente si fondono per dare vita a chi vita non ha, più. La goccia e la tempesta è un disco di memoria e attualità. Le lotte portate in musica dalla Banda POPolare dell’Emilia Rossa sono luce ed energia per questi tempi oscuri, per questi tempi da rifare, lotte necessarie per comprendere il senso del nostro cammino.


Pubblicato in Alternative Rock, Musica d'autore | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Nidoja – Nidoja (Autoproduzione)

L'immagine può contenere: cibo

Elementi scomparsi e di abbandono. Elementi di pura energia mistica che si fondono con un’introspezione basilare capace di penetrare la carne fino al cuore in una sorta di energia viscerale che abbraccia i continenti, le ambientazioni del nostro tempo, la fame di cultura, il desiderio di comprendere qualcosa che va oltre il conosciuto. Il disco dei Nidoja abbraccia la musica mediterranea in modo sostanziale. Una sorta di world music sperimentale dove un violoncello e delle percussioni cercano di ricreare elementi di puro estetismo. Una specie di colonna sonora per i mari del sud dove la grazia essenziale di una musica senza confini si dirama attraverso nove pezzi che diventano acqua che scorre, fuoco che divampa, luce che risplende nelle case. Un album composito che racchiude al proprio interno il magnifico suono di terre lontane dove lo scorrere lento del tempo è sinonimo di incanto.


Pubblicato in Avanguardie | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Bacon’s Chaos – Macula (Scatti Vorticosi Records)

album Macula - Bacon's Chaos

Corre veloce il rock dei Bacon’s Chaos. Corre a tal punto da riuscire a mescolare in modo del tutto naturale ed espressivo un grunge sporcato dal garage. Una musica dirompente, cantata in italiano, debitrice degli anni ’90 e persistente all’interno di improvvisazioni sonore che lasciano, nella canzone, spazio alla musica, ai suoni, al tempo. Macula è una tavolozza di realtà. Uno schiaffo potente al perbenismo. Una sorta di stoner nostrano qui rappresentato grazie a cinque pezzi, di cui uno live, in grado di rappresentare al meglio un determinato momento, una determina situazione musicale. Nulla di nuovo certo, ma i nostri, quel poco che propongono in questo EP, lo propongono bene. C’è rabbia, disillusione, momenti di quiete e momenti più sostenuti. Un disco dove le ombre inghiottono la luce e dove la potenza roboante sembra non essere mai abbastanza.


Pubblicato in Alternative Rock | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Villa – L’etere (L’amore mio non muore – Dischi)

Roberto Villa - L'Etere / La Rinascita (2020, Vinyl) | Discogs

Incrociatori westernati che affondano radici nella tradizione musicale italiana degli anni sessanta in un turbinio emozionale di difficile interpretazione, ma straordinariamente ampio e appagante. Romantiche visioni per il 7 pollici di Villa. Un piccolo vinile con due brani totali, uno per lato, a riflettere introspezioni sonore in grado di attraversare il tempo per come lo conosciamo e affondare ricordi, attimi che non torneranno più. Il polistrumentista romagnolo ci regala una prova dal forte sapore malinconico. Una prova tangibile e reale dove la fisicità del supporto rende sicuramente più autentico l’ascolto. Archi, pianoforti, chitarre si intrecciano a creare immagini di mirabile bellezza in un sodalizio unico che dimentica la velocità della musica contemporanea addentrandosi nel cuore dell’ascoltatore con grande empatia, a tratti rivoluzionaria. L’etere è un disco che suona pieno e necessario. Un album da ascoltare e da amare dove l’amore per l’analogico esplode in tutta la sua mirabile potenza creando soltanto meraviglia.


Pubblicato in Avanguardie | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

-LIBRI ILLUSTRATI- Lena Sjoberg – Luci nella notte (CameloZampa)

 

Titolo: Luci nella notte

Autori: Lena Sjoberg

Casa Editrice: Camelozampa

Caratteristiche: pag. 48, 24,5×30 cm.

Prezzo: 15,90 €

ISBN: 9788899842970

 

Luci brillanti e luminose. Luci emblematiche che catturano. Abbagliano, abbracciano, consolano. Un mondo notturno. Un universo da scoprire ad ogni pagina. Elementi figurativi intrecciano visioni che non siamo abituati a percepire. Paura qui che diventa amica. Un prendersi mano nella mano nel viaggio più profondo forse della nostra vita. Un viaggio che tocca inevitabilmente ognuno di noi.

Luci nella notte è un illustrato d’autore che si discosta notevolmente da tutto ciò che solitamente siamo abituati a trovare. Una sorta di compendio che ingloba divulgazione, narrazione e qualità grafiche eccellenti in un atto d’amore per la notte qui raccontata e spiegata come mai prima d’ora.

Si parte dal cielo. Le stelle, i pianeti, l’aurora boreale. Si parla poi degli animali del bosco, di antiche leggende, della terra che calpestiamo, del sottosuolo fino ad arrivare ai mari e alle città, alle nostre case. Un viaggio di scoperta e non di finzione dove elementi primordiali si fondono con la contemporaneità a parlare dell’universo che ci appartiene.

L’autrice svedese, dopo Fatti assodati sulle uova sempre edito da CameloZampa, racconta in modo scrupoloso, ma con un linguaggio dedicato e destinato ai bambini, un tema tanto caro quanto particolare. Un libro di settore che amplifica le vedute grazie ad un comparto illustrato davvero notevole che lascia molto all’immaginazione e dona la possibilità di perdersi in un mondo particolare creato appositamente per l’occasione. Bellissima la scritta in copertina che brilla al buio.

L’affascinate illuminare la notte è specchio introspettivo che affonda radici nel passato. Grazie al libro dell’autrice nordica i nostri sensi sono chiamati in causa. Percepire, osservare, sentire, odorare quando non possiamo propriamente vedere. Abbagli nell’oscurità raccontati e spiegati, estrapolati e minuziosamente ricomposti a formare un quadro di sicuro interesse comprensibile, dove ogni cosa appare illuminata. 


Per info e per acquistare il libro:

https://www.camelozampa.com/shop/luci-nella-notte/

 

 

Pubblicato in LIBRI ILLUSTRATI | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento