Heathens – Love songs for insensitive people (Shyrec / Ricco Label)

Risultati immagini per heathens love songs for insensitive people

Musica indie con sfumature d’oltremanica che affonda le proprie radici nella new wave contemporanea ad incalzare profondità di abissi da riscoprire. Il nuovo degli Heathens è un concentrato cesellato di suoni, un concentrato di rarefazione e voce da un’altra dimensione a costruire un concept di canzoni che impressionano per omogeneità e per limpidezza di situazioni create. Love songs for insensitive people racconta di un mondo fatto di emozioni usa e getta, un mondo in dissoluzione che ricerca, all’interno del proprio stare, la via da seguire oltre i confini e le barriere quotidiane. Ascoltando gli Heathens sembra di percepire echi di Joy Division che si scontrano con i contemporanei Editors per un insieme di pezzi che trovano nelle collaborazioni di Pall Jenkins dei The Black Heart Procession, di Nicola Manzan, Valeria Sturba e Eugenia Galli un punto d’incontro che sfiora apici di non ritorno e creatività a non finire. Il disco dei nostri arriva come un fendente quando meno te lo aspetti. Registrato e prodotto da Tommaso Mantelli, l’album dei nostri è un insieme ragionato di punti elettrici nei segmenti discontinui di questa realtà. 


Pubblicato in Alternative Rock | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Morose – Sopra il tetto sotto terra (Ribéss Records/Under my bed recordings)

Suoni che provengono da un cantautorato capace di abbracciare sostanziali similitudini con la bellezza in divenire di De Andrè e il suo Non al denaro non all’amore nè al cielo raccontando di vicissitudini e vite vissute in un vortice terreno di amore tangibile. Dopo molti anni di assenza dalle scene torna Morose con un album capace di raccontare in modo lucido e a tratti ben definito una realtà costretta e imbrigliata nella morsa dei giorni che si muovono inesorabili per un insieme di canzoni che non passa di certo inosservato. La peculiarità del nostro sta nel riuscire a delineare in modo egregio e verosimile attimi di realtà vissuta, attimi che forse non torneranno più, ma qui raccolti in brani che hanno un sapore d’altri tempi, pur mantenendo una certa dose di modernità. Il cantautorato non è morto, anzi, è questa ne è la prova. Sopra il tetto sotto la terra sa concedere spazi e margini d’indipendenza, pur affondando con radici profonde nel nostro vivere. Da Forse Greta è partita davvero fino a E’ ora (di andare via) il nostro ci regala un disco ben arrangiato fatto di poesia e di speranza. 


Pubblicato in Musica d'autore | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

-LIBRI ILLUSTRATI- Kim Sena – E’ tempo di andare (Orecchio Acerbo)

Risultati immagini per è tempo di andare kim sena

Titolo: E’ tempo di andare

Autori: Kim Sena

Casa Editrice: Orecchio Acerbo

Caratteristiche: pagine 44, cm.22,8×33,4

Prezzo: 15,00 €

ISBN: 9788899064945

 

Cercare un senso attraverso lo spazio, il tempo, il nostro peregrinare all’interno di vicissitudini che ci riguardano da vicino. Trovare un senso comune nell’addio e nel nostro errare all’interno delle emozioni umane che ci fanno essere pronti nel raccogliere ciò che di più utile la quotidianità sa dare. Impressioni sulla tavolozza della vita che diventano questioni ed elevano le conseguenze in qualcosa da sopportare, nei riflessi circolari di un accogliere tutto questo come un dono, un accogliere segreto per custodire.

Delicatezza sospinta quindi in fase di rilascio per questa opera illustrata dotata di una bellezza fuori dal tempo. Delicatezza introspettiva, timida e graziosa, elegante e nel contempo piena, dirompente nella fusione di grandi illustrazioni ad intrecciare alberi genealogici e animali, nel mistero dell’addio che non diviene abbandono, ma piuttosto diventa un ritrovarsi futuro nella strade della vita.

Per la civetta Lucy è tempo di andare, è tempo di crescere, è tempo di trovare il proprio sentiero. Mia, la piccola bambina, dopo un primo momento di tristezza e sconforto troverà nelle parole del suo animale del cuore un senso necessario per far fronte alla mancanza. Una ricerca che parte dalle radici. Dal primo incontro che si farà esperienza intrinseca di vita a ricoprire gli alberi di parole e gesti nuovi, di certezze, nell’ineluttabilità del tempo che passa fino al momento della partenza fatta di sogni e visioni di un domani nuovo.

L’autrice Kim Sena sa dipingere sentimenti all’interno di un’opera pittorica meravigliosa. L’illustratrice coreana, già conosciuta nel prezioso catalogo di Orecchio Acerbo con Lea e l’elefante e il precedente Renna Bianca, unisce bambini ad animali in formule bizzarre e surreali capaci di ricoprire lo spazio con racconti fatti di sentimenti tanto veri da catturare l’interesse di grandi e piccoli.

E’ tempo di andare è metafora di vita. E’ il silenzio prima della tempesta. Un battito d’ali da cogliere fino al giorno nuovo che verrà. Un addio o un arrivederci. Occhi che non chiedono altro di rivedere la luce famigliare di un posto sicuro. Un porto dove poter ormeggiare. Un porto e una nave lontana pronta, un giorno, a riconoscere la strada verso casa. 


Per info e per acquistare il libro:

https://www.orecchioacerbo.com/editore/index.php?option=com_oa&vista=catalogo&id=586

 

 

Pubblicato in LIBRI ILLUSTRATI | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

-LIBRI ILLUSTRATI- Fran Pintadera/Christian Inaraja – Candido e gli altri (Kalandraka)

 

Titolo: Candido e gli altri

Autori: Fran Pintadera/ Christian Inaraja

Casa Editrice: Kalandraka

Caratteristiche: pagine 48, 17×29, copertina rigida

Prezzo: 15,00 €

ISBN: 9788895933887

 

 

Inadeguati e scaraventati in questo mondo alle prese con la coscienza, alle prese con il nostro scavarci dentro. Inadeguati fino in fondo nelle piazze della vita a incontrare persone e a tentare di far parte di qualcosa di largamente condizionato e condiviso, ma nel contempo compromesso e in qualche modo poco personale, privato del valore fondamentale, privato di intimità soggettiva.

Candido è il nostro protagonista. Vive in un mondo di relazioni, ma vorrebbe, tante volte apprezzare la solitudine. Non ama gli occhi puntati addosso, a volte si sente diverso, lontano, fuori posto. Candido è come noi, unico, con le proprie manie, il proprio bisogno di essere compreso, di essere amato, desiderato. Un essere umano gettato in questa realtà e fatto per creare legami, legami che si pongono sotto i riflettori dei giorni che passano mettendolo alla prova, scovando al proprio interno una realtà pronta ad emergere.

Candido è uno di noi. Fatto come noi. Diverso come noi. Il personaggio di Fran Pintadera, disegnato da Christian Inaraja è delicatamente assurdo nella sua triste, ma contemporanea e piena speranza tangibile. E’ un personaggio caratterizzato, un personaggio che non sempre si riconosce in mezzo alla folla, diverso sotto molti aspetti, ma che porta con sé punti di contatto, punti in comune con altre persone.

Ed è qui che gli autori vogliono puntare. Siamo esseri pienamente diversi, avremmo sempre degli aspetti della vita che ci differenziano da tutti gli altri esseri del mondo, ma troveremo comunque un legame, un’assonanza, un pensare comune che ci farà diventare simili nel nostro essere estranei.

Candido e gli altri è un libro che ingloba il pensiero del mondo. Lo fa con la purezza e la semplicità di un abbraccio lunga una vita intera. Edito da Kalandraka e premio Compostela 2018, il libro scritto dalla coppia Pintadera e Inaraja possiede chiave di lettura apprezzabili a diverse età. E’ un illustrato longitudinale a ricoprire con facilità le latitudini del nostro pianeta per come lo conosciamo. Un libro di sentimenti espressi, chiari e personali. Un testo globale e poliedrico capace di coniugare la specificità con l’universalità, un’universalità alle prese con il nostro peregrinare, con il nostro essere noi stessi fino in fondo.

Per info e per acquistare il libro:

http://www.kalandraka.com/it/collezioni/raccolta-nome/particolare-del-libro/ver/candido-e-gli-altri/

Pubblicato in LIBRI ILLUSTRATI | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

Make like a tree – Mothernight (DG Records/Floppy Dischi/Ente Anomicos/Ricco Label/this and that tapes)

Risultati immagini per make like a tree mothernoght

Suoni d’ambiente che amplificano foreste infinite e contrassegnano la bellezza con un suono commovente, a tratti sulfureo, ma in grado nel contempo di evaporare nell’etere contro ogni forma di bruttura moderna. Il disco del ramingo ucraino Sergey Onichenko è un album registrato in giro per il mondo per un cittadino del nulla in grado di scavare nelle profondità di questa nostra vita immaginandola senza confini e barriere di ogni sorta. Mothernight, terzo disco di Make like a tree infonde atmosfere oniriche ad ogni ascolto. Ricorda Bon Iver, ricorda i Sigur Ros, ricorda i The Cinematic Orchestra e il Damien Rice più intimo passando per le sofferenze introspettive di un James Blake della prima ora. Mothernight racchiude al proprio interno un segreto da custodire nel tempo, canzoni che escono dalle impostazioni comuni a regalarci attimi di riflessione e di meraviglia infinita. Mothernight è un piccolo miracolo di questi tempi.  


Pubblicato in Avanguardie, Folk | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Noveis – Il mondo non è un posto silenzioso (Autoproduzione)

NOVEIS – nuovo album “Il MONDO NON E’ UN POSTO SILENZIOSO”

Chitarre in tiro e voce sognante per il nuovo dei Noveis a contemplare spazi di cielo elettrici e via via sempre più definiti. Di matrice britannica il rock della band qui costruito è un assaggio di qualità sperata e un desiderio intrinseco di consegnare all’ascoltatore una prova in grado di attraversare momenti importanti scaraventandoli al suolo con dolcezza ed eleganza e nel contempo donando significato a nove pezzi che incrociano cantautorato, blues, elettronica e pop fatto per colpire e affondare. Dagli Oasis, fino ai Muse passando per i Coldplay i nostri infilano in questo album, canzone su canzone, un passione intrinseca che supera e raggiunge con coraggio ambizioni e sogni sperati. Da E’ solo un sogno fino a La mia vita passando per pezzi come Manifesto o Il mondo che vuoi i nostri lasciano una prova che sa dosare forza e controllo per un disco che si affaccia inesorabile su questa vita. 


Pubblicato in Alternative Rock | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Jena Lu – Le dita nelle costole (I dischi del minollo)

Risultati immagini per jena lu le dita nelle costole

Cantautore senza mezze misure che supera qualsivoglia forma di ingabbiamento culturale per creare all’interno del proprio spazio vitale una musica capace di disegnare paesaggi via via sempre più importanti. Il cantautore Jena Lu confeziona un dischetto che porta con sé la bellezza di un suono introspettivo capace di tramutarsi nell’immediato in qualcosa di più sospinto e ammaliante per un lavoro d’insieme che riesce a scavare nelle profondità e riesce ad inglobare speranze e sogni nel futuro. Cresciuto a pane e Nirvana, la dimensione acustica raggiunge l’apice in questo album attraverso un flusso di coscienza che ingloba la velocità dell’aria, la forza delle correnti contrastanti. Pezzi come l’apertura affidata a Barad-dur, L’esodo, La sera, la cover di Edda: Spaziale e la finale La stanza non passano di certo inosservati e sanno trasportare l’ascoltatore all’interno di un mondo dipinto ad arte per l’occasione. Le dita nelle costole è un affondo  a questa quotidianità, è ricerca, ma anche bisogno di fare bene le cose che sembrano in realtà le più semplici e le migliori. 


Pubblicato in Musica d'autore | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

-FUMETTI- Marc-Antoine Mathieu – Otto L’uomo riscritto (Coconino Press)

Risultati immagini per otto l'uomo riscritto

Titolo: Otto l’uomo riscritto

Autori: Marc-Antoine Mathieu

Casa Editrice: Coconino Press/Fandango

Caratteristiche: 88 pp, b/n, 30 x 20 cm

Prezzo: 20,00 €

ISBN:  9788876184000

Opera concettuale mastodontica che supera i confini spazio temporali proiettando la ricerca dell’autore all’interno di un mondo futuro, a tratti distopico, pronto a rivelare realtà che sfidano qualsivoglia forma di immaginazione. Ricerca interiore dell’animo umano quindi, scindibile in più pezzi, in più parti. Ricerca fatta materia capace di interrogarsi in modo introspettivo e riuscendo nell’impresa di trasformare la singolarità in identità plurale da riconoscere nello specchio della vita.

Otto, dopo la morte dei genitori, eredita un enorme baule in cui sono custoditi nastri, immagini, registrazioni che parlano dei suoi primi sette anni di vita. Lui artista di fama internazionale si chiuderà allora in casa alla ricerca di un legame, di un significato profondo con il proprio essere: un’esigenza che diventerà senso di vita per lo stesso protagonista. Una ricerca oltre la coltre di nebbia e polvere che ricopre il passato in un ricordo materico che via via verrà svelato divenendo, nell’inconscio, essenzialità necessaria per comprendere un loop infinito con la propria sostanza interiore tra intrecci di matematica, psicologia, arte e filosofia.

Arriva in Italia, per Coconino Press, Otto L’uomo riscritto di Marc-Antoine Mathieu autore già conosciuto ai più per la capacità impressionante di entrare nella fisica dell’animo umano grazie a un’intelligibilità di racconti di non facile interpretazione, ma che convincono per significato soggettivo che ogni lettore può ricercare nelle pagine raccontate dal fumettista francese. Le tavole in bianco e nero tratteggiano geometrie delimitanti e una rigorosità che si evince fin da subito nei toni e nelle ombre raccontate. Il tutto a disegnare un concentrico spazio vitale che trova via via interesse nell’apertura a una storia che scava nelle radici dello stesso protagonista, a riscrivere il presente, a cancellare il tempo per come lo conosciamo.

Einstein incontra Nolan, Lynch il matematico tedesco Mobius per un viaggio di coscienza che sfrutta continui sistemi intrappolati nella storia a ricreare una bellezza architettonica rigorosa e spaziale. Marc-Antoine Mathieu ci regala, ancora una volta, un fumetto che spinge in alto l’asticella della qualità. Un storia pensata, scritta e disegnata non per puro esercizio di stile, ma piuttosto per inquadrare selettivamente una lunghezza d’onda focale che ci fa percepire simultaneamente il particolare e l’intero. Una narrazione che ha il profumo, a tratti del tecnicismo, ma che con gran classe e unicità sa tramutarsi in poesia.

Per info e per acquistare il fumetto:

https://www.fandangoeditore.it/shop/marchi-editoriali/otto-luomo-riscritto/

 

Pubblicato in FUMETTI | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Gabriele Lopez – Linee (Fattore C / Luovo)

Risultati immagini per gabriele lopez linee

Musica dal sottosuolo che entra dentro pian piano e stringe fino a conglobare pezzi di cielo in situazioni che ambiscono a creare una sorta di atmosfere continua, una sorta di bisogno primario di concedere spazi per interagire con l’ascoltatore e assomigliare sempre più alla quotidianità che viviamo. Il disco del polistrumentista Gabriele Lopez si affaccia al cantautorato folk di stampo americano senza disdegnare la terra d’Albione e compensando elementi e legami con un suono prettamente italiano capace di ricreare unioni e continua ricerca. Linee è prima di tutto un album davvero ispirato. La particolarità della voce del nostro si sposa egregiamente con arrangiamenti curati e in continuo divenire in grado di dare un senso a pezzi come l’apertura Allo specchio, Il meglio di me, Sogno lucido, Come vuoi tu in un’attenta ripresa di certi elementi comuni per poi riciclarli ad arte e reinventando un nuovo corso. Linee è un po’ come la nostra vita. Racchiude il sapore delle cose migliori e un’idea continua di cambiamento impressa nella mente. 


Pubblicato in Indie Pop | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Cara Calma – Souvenir (Phonarchia Dischi/Cloudhead Records)

Risultati immagini per cara calma souvenir

Potenza intrisa di controllo cantautorale si affaccia ancora una volta nel panorama del rock nostrano con sferzate di energia ad intessere trame che riempiono di musica e di colori reali una proposta sempre fresca e attuale. Tornano i Cara Calma con un disco dal forte impatto scenico che non trascura i dettagli, ma piuttosto sa ingaggiare proprio con questi un tête-à-tête fatto di particolari e sulfureo bisogno di comunicare un proprio stato d’animo, una propria personale impressione. Souvenir è un ricordo impresso nelle istantanee del tempo, un ricordo che abbraccia un intero universo e sa cullare trasportandoti nel mare in tempesta di un andante mosso su cui sperare. Da singolo Rodica fino a Tu sei la guerra, passando per pezzi come Com’era per noi o Otto ore i nostri sanno concedere mantenendo le promesse, sanno incalzare quando necessario. I Cara Calma confezionano un disco davvero imponente nell’esaltazione del quotidiano, nel cercare un posto migliore da poter abitare. 


Pubblicato in Alternative Rock | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento