Villa – Angoscia/Sospetto (L’amor mio non muore dischi)

Nessuna descrizione disponibile.

Dopo la bombetta sonora L’etere/La rinascita ecco centellinare ancora piccole perle di nostrana musica Roberto Villa, in arte Villa, polistrumentista romagnolo che per l’occasione confeziona un altro 45 giri questa volta dalle tinte più oscure e formato sempre da due brani chiamato Angoscia/Sospetto. Echi e rimandi ai film di Dario Argento fanno da contraltare ad una ricerca sonora horror che si discosta notevolmente dalle mode imposte per proseguire un cammino di riconoscimento lungo l’intero stivale, attraverso una musica cupa che ben caratterizza questo tempo infame. Colonna sonora per questi e altri giorni Angoscia/Sospetto canta il declino universale. Suoni che amplificano stanze vuote fanno da contrappeso alle paure esistenziali che convivono, giorno dopo giorno, dentro di noi. Un lato A e un lato B. Niente di più e niente di meno. Tra clavicembali, pianoforti in dissoluzione e chitarre atmosferiche, il nostro sa cambiare registro comunicativo e riesce a convogliare oscure energie in un piccolo vinile da paura.


Pubblicato in Alternative Rock | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

-LIBRI- Lois Lowry – All’orizzonte (21lettere)

All'orizzonte

Titolo: All’orizzonte

Autore: Lois Lowry

Casa Editrice: 21lettere

Caratteristiche: pp. 78, brossura

Prezzo: 9 €

ISBN: 9788831441094

Monumentale opera delicata capace di incapsulare il tempo e presentarlo in questa quotidianità attraverso scritti necessari oggi più che mai. Un orrore narrato. Una poesia che diventa filo spinato, nuvola di fumo infinito, mare e cielo a trovare un punto di scontro e di incontro nell’infamia umana, nel dolore di ciò che è stato, a ricordare, ancora una volta che ogni cosa compiuta ha delle ripercussioni su ciò che siamo e su ciò che saremo.

La pluripremiata scrittrice statunitense Lois Lowry, importante nel mondo della letteratura per ragazzi per una serie innumerevole di testi di successo, regala al lettore un insieme di poesie che raccontano i tragici eventi di Pearl Harbor e Hiroshima con uno stile unico e personale.

Gli occhi di una bambina si fondono con il cielo plumbeo e riescono a sintonizzare il circostante grazie ad un’empatia di fondo che trova nella rima mai del tutto compiuta un insieme interminabile di particolari, elementi, parole ed emozioni. Anfratti mai sepolti. Cicatrici che fanno ancora male. Segni indelebili che riescono a parlare al cuore di chi legge.

Un libro di rabbia e abbandono e nel contempo un libro che trasporta speranza. Una sorta di Antologia di Spoon River dove personaggi non delineati si raffrontano e si confrontano con l’incedere delle vicende narrate. Piccoli spunti per comprendere, espedienti narrativi che si intrecciano con la storia e aiutano a capire, ad entrare nell’azione, a renderci, ancora una volta, personaggi protagonisti partecipi di qualcosa di immenso in una sorta di dramma famigliare condiviso.

Portato in Italia da 21lettere, casa editrice in costante evoluzione, All’orizzonte è un testo che trova nelle macerie della guerra una luce che vuole risplendere. Un bagliore intermittente che non fa pace con il passato, ma che piuttosto analizza gli eventi in modo introspettivo e personale. Il libro di poesie di Lois Lowry entra in punta di piedi negli eventi collaterali del conflitto. Entra in prima persona inquadrando occhi, mani, corpi. Una fotografia mai sgranata di una realtà che colpisce per lucidità e alta capacità nel dare valore al ricordo. Un intreccio di vite qui raccolto nel tentativo di dare un senso al vuoto intorno.


Per info e per acquistare il libro:

https://www.21lettere.it/product-page/all-orizzonte

 

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

-LIBRI ILLUSTRATI- Kaatje Vermeire – Il giardino di Monet (Kite Edizioni)

Il giardino di Monet

Titolo: Il giardino di Monet

Autori: Kaatje Vermeire

Casa Editrice: Kite Edizioni

Caratteristiche: pag. 32, 24×29 cm., colori

Prezzo: 18 €

ISBN: 9788867451258

 

Luce, colore e amore attraversano tavole imprigionate dal tempo e pronte a lasciare, goccia su goccia, un mare incontrastato di bellezza e bisogno di comprendere, un bisogno appassionato di entrare nel mondo della natura per conferire elementi utili ad un’ipotetica spiegazione del mondo attorno. Ambienti floreali ricreati ad arte, ambienti che esplodono per comunicare un impressionismo coerente fino alla fine, un impressionismo qui raccolto in un illustrato davvero eccitante e ricco di trasporto e meraviglia.

Kaatje Vermeire, una delle illustratrici mondiali più importanti di sempre, questa volta focalizza il proprio punto di osservazione sul talento indiscusso del pittore Claude Monet. L’autrice belga ci regala un libro ricco di disegni che sembrano vere e proprie opere dello stesso autore. Immagini ad occupare la scena. A far da sfondo didascaliche narrazioni che entrano nella vita del lettore ripercorrendo tappe essenziali, forse importanti anche per la stessa illustratrice e che riescono ad imbrigliare la forza di un momento storico irripetibile da osservare, ancora, con mirabile stupore.

Il giardino di Monet narra vicende che si basano sulla forza del colore e proprio grazie al colore stesso queste prendono forma fino a raggiungere una pace perpetua nell’ultima parte del libro quando la morte di Camille, compagna di una vita di Monet, trasporterà il pittore a riscoprire l’esistenza nella casa di Giverny. Un sogno nel sogno ad imprimere nella scala naturale della realtà una visione di continuità con le idee elaborate nel corso dell’intera esistenza.

L’illustrato d’autore che ho la fortuna di sfogliare tra le mani è storia, amore per l’arte e indiscussa capacità riassuntiva di raccontare. Persone fuori dal tempo, ma realmente esistite, fanno da corollario necessario all’intera vicenda che trova nel suo punto massimo di espansione l’eleganza delle emozioni veicolate. Fiori di ogni tonalità cromatica ci portano inevitabilmente ad appartenere al quadro d’insieme, al dipinto. Il lettore è chiamato a diventare personaggio di una tavolozza immaginifica. Tutto il resto è poesia.


Per info e per acquistare il libro:

https://www.kiteedizioni.it/it/libri/illustrati/il-giardino-di-monet

Pubblicato in LIBRI ILLUSTRATI | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Linda Collins – Tied (Urtovox Records)

Risultato immagini per linda collins tied

Voci che oltrepassano il chiacchiericcio assordante di questo tempo. Voci che riscaldano e continuano il proprio percorso nell’inesauribile bisogno di trovare una strada che porti verso casa, una strada da poter chiamare per nome. Il collettivo Linda Collins, in questo primo disco, amplifica vedute attraverso un album in dissoluzione che abbraccia le soluzioni elettroniche e le atmosfere ricreate di band come Amycanbe, Notwist, Low  in una calma apparente che ingloba la società contemporanea per lasciare all’ascoltatore spazi e vedute sempre più ampie da poter comprendere. Tied è un disco immediato, ma nell’insieme complesso. Le melodie entrano come sussurri, ma per riuscire ad estrapolare la forma completa del tutto abbiamo bisogno di tempo. Un tempo speciale quello di Sometime, Kids#1, Overrated, For Linda. Un tempo e una musica che richiedono apertura al mondo intorno, alle collaborazioni, all’unione. I Linda Collins riescono nell’intento di creare un disco notturno, intimo e introspettivo. Un album semplicemente bello.


Pubblicato in Alternative Rock | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Amerigo Verardi – Un sogno di Maila (The prisoner records)

Risultato immagini per amerigo verardi un sogno di maila

Caleidoscopio di colori in dissoluzione rendono l’etere in continuo mutamento portandoci a scoprire elementi discostanti e deviatamente pop all’interno di una discografia colma, abbondante, sempre verde. Il ritorno di Amerigo Verardi è un ritorno in grande stile, tra elementi di discontinuità e proseguimento del tutto. Un progetto ricco di sfumature questo che riesce ad inglobare in modo perenne i suoni del mondo, l’ambient, la musica strumentale con un cantautorato affamato di nuove strade da seguire, di nuove pulsazioni da scoprire, di linfa vitale da poter rendere reale e tangibile. Tra forza onirica e realtà Un sogno di Maila si muove attraverso visioni ultraterrene, attraverso una psichedelia autorale affermata nel corso degli anni. Venti tracce che sono un percorso lungo e ragionato. Un percorso di saliscendi emozionali che ingloba le tappe della vita interiore per una bellezza fuori dal tempo che coniuga in modo magistrale l’amore per la parola con l’amore per il suono.


Pubblicato in Alternative Rock, Avanguardie | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Cornea – Apart (Jetglow Recordings)

Risultato immagini per apart cornea

Oltrepassare confini metafisici attraverso delay che si spargono nell’etere e fanno dell’attesa costante un punto di non ritorno. Nero mescolato all’azzurro accecante. Sembra quasi di vedere una luce laggiù in fondo, prima di ritrovare la polvere poderosa pronta ad innalzarsi come materia in costante divenire. Abbracci nucleari. Elettricità sospesa per tanto appeal emozionale che apre a divagazioni sulfuree. Un post rock magistralmente suonato. Un post rock d’oltranza che ricorda i fasti di band come God is an astronaut, Explosions in the sky, Mogwai solo per citarne alcune. Pezzi che non sono canzoni, ma sono parti interiori di un tutt’uno pronto ad uscire quando meno te lo aspetti. I Cornea, power trio padovano, è un concentrato granitico di potenza e melodia. Un contrappeso elegante che non si nasconde dietro alle apparenze, ma è pronto a regalarci un vinile dove la qualità sonora si sposa con la qualità compositiva. Sei pezzi che sono lunghe cavalcate incontrovertibili dal sapore dolce amaro dove quiete e moto ondoso sono gli ingredienti necessari per una formula davvero esaltante.


Pubblicato in Alternative Rock | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

La ragazza dello Sputnik – Kiku (Osteria Futurista/Murato Records/Costello’s)

album Kiku La ragazza dello Sputnik

Melodie accattivanti, concentriche e in loop costante sostenute da un’idea, da un concetto che guarda alla rinascita interiore attraverso un punto di contatto con quello che ci portiamo dentro. Elettronica, indie, prospettive passate, prospettive future, il tutto condensato da un’importante produzione e una solida impalcatura dove l’indipendente italiano modaiolo incontra un necessario risvolto personale grazie alle capacità intrinseche di una cantautrice che riesce a scavare nelle parti più oscure della propria anima. La ragazza dello Sputnik ci regala sette pezzi che sono piccole poesie metropolitane che guardano alla quotidianità con desiderio sincero di comprendere i meccanismi che la regolano. Kiku, in giapponese crisantemo, si fa concentrato emozionale di ricerca stilistica che diventa tangibile in pezzi come In riva al male, Psicofarmaci, Mantide, 27, per un suono che si apre costantemente verso nuovi orizzonti. Bella l’idea di allegare un foglio di carta che racchiude tra la grammatura, all’interno della trama, dei semi da piantare. Un ulteriore simbolo di nuova vita. Un viaggio che ricomincia da qui.


Pubblicato in Elettronica, Indie Pop | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Mattatoio5 – Escapes (Autoproduzione)

Risultato immagini per mattatoio5 escapes

Atmosfere catartiche ed elettroniche per un senso compositivo che va oltre l’orizzonte e mira a convogliare energia e sudore all’interno di canzoni che sono un incedere portante e aperto ad introspezioni che appartengono al mondo crepuscolare. Mattatoio5, indie rock band dalla provincia di Padova, affascinana per costrutti ricreati ad arte e riesce con un disco davvero convincente a dar vita ad un ponte che collega passato e futuro. Gli anni ottanta negli anni zero. Una sonda spaziale che entra in un buco nero e costringe l’ascoltatore a carpire i segreti di un album arcano, ricco di atmosfera e per certi versi del tutto personale. Ispirato da sedici incisioni realizzate da Giovanni Battista Piranesi a metà settecento l’album dei nostri è una fuga dalla realtà. Una fuga calcolata e mai banale che cerca di eviscerare costrutti sopraffini grazie ad una poetica ermetica e monocromatica. Escapes è un disco in bianco e nero. Tanta raffinatezza e bisogno di appartenenza. Un album cesellato a dovere che colpisce al primo ascolto.


Pubblicato in Alternative Rock | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

-LIBRI ILLUSTRATI- Chiara Carminati/Alessandro Sanna – Poesia con fusa (Lapis Edizioni)

9788878747913-poesia-con-fusa

Titolo: Poesia con fusa

Autore: Chiara Carminati/Alessandro Sanna

Casa Editrice: Lapis Edizioni

Caratteristiche: 17 x 23 cm., 56 pag., colori

Prezzo: 15 €

ISBN: 9788878747913

 

Poesie sui gatti per gatti in poesia. Buffi e simpatici, campioni dell’imprevisto e veri e propri assi in raffinatezza e nei modi eleganti di muoversi tra un mobile e l’altro, tra un giardino e l’altro. Esseri non solo da divano, ma elementi vivi del racconto. Spesso in azione, ma non troppo, sornioni a tratti irascibili. Gatti di campagna e gatti di città. Gatti alle prese con gli altri animali, ma soprattutto con l’animale più strano che possano incontrare: l’uomo.

Poesia con fusa è un bellissimo gioco di parole per un libro. Poesia con fusa è una vibrante carrellata di scritti in rima che rimandano inevitabilmente al mondo del felino domestico per eccellenza ritraendone spaccati di quotidianità attraverso versi che si associano con facilità alla vita reale, alla vita di tutti i giorni. Il libro edito da Lapis Edizioni ha una dimensione altamente domestica. Narra di cose semplici, di piccole immagini. Pensieri in evoluzione che fanno parte della giornata di ognuno di noi, fanno parte della nostra vita.

Divertenti, tra gli altri, sono i versi di C’è una nuvola sul letto, Il gatto del fotografo, Il gatto del pittore, Geremia in amore, La gatta del pianista. Notevoli le tecniche di Alessandro Sanna per illustrare l’intero libro che vede acquarelli dominanti e tratti leggeri nel delineare sagome che non prendono il sopravvento, ma piuttosto fanno da contorno lasciando tanto e tanto spazio alla libertà poetica di Chiara Carminati e al suo modo di ricercare le parole giuste per generare una sorta di amore perpetuo e incondizionato per l’universo gatto.

Poesia con fusa è un testo ironico. Un libro destinato a stupire e a meravigliare. Una sorta di compendio di tecniche e linguaggi che convergono nello stesso obiettivo: parlare del mondo dei gatti in modo unico e originale. Obiettivo raggiunto direi. Gli stessi autori sono riusciti a mescolare, pagina dopo pagina, le carte in tavola, manipolando l’arte a proprio piacimento e riuscendo a costruire una solida impalcatura di base fatta di divertimento e leggerezza, passione e un pizzico di follia. I gatti si leccano i baffi e ringraziano dopo questa scorpacciata d’amore.


Per info e per acquistare il libro:

https://www.edizionilapis.it/libro/9788878747913-poesia-con-fusa

 

Pubblicato in LIBRI ILLUSTRATI | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

-LIBRI ILLUSTRATI – Nadia Al Omari/Richolly Rosazza – L’ospite (Kite Edizioni)

L'ospite

Titolo: L’ospite

Autori: Nadia Al Omari/Richolly Rosazza

Casa Editrice: Kite Edizioni

Caratteristiche: pag. 36, 21×29 cm., colori

Prezzo: 16 €

ISBN: 9788867451135

 

Mi piacciono davvero questi libri che sembrano per bambini, ma che al proprio interno nascondono segreti, significatici e punti d’arrivo lasciati all’interpretazione del lettore giovane o adulto che sia. Mi piacciono quei libri che si possono leggere e apprezzare su diversi piani narrativi grazie ad un comparto stilistico che non si ferma all’apparenza, ma che piuttosto mira alla profondità delle cose, alla meraviglia mai conclamata del veicolare.

L’ospite di Nadia Al Omari e Richolly Rosazza rientra tra questa categoria. E’ un libro colorato, pieno, completo. Un illustrato d’autore legato al filo sottile e nascosto della bellezza grazie a una motivazione di fondo che smuove il nostro interno. Una motivazione che ha le fattezze di una presenza, un personaggio indefinito, una strana creatura, un ospite.

L’ospite è quella parte di noi stessi, interna o esterna al nostro io che in un momento non ben definito del nostro percorrere la vita è pronta ad uscire perpetuando movimenti di condivisione con noi stessi, cercando di oltrepassare quel confine della nostra solitudine e alternando presenza e assenza in un vortice emozionale mai provato prima.

Il libro della scrittrice italiana e del disegnatore peruviano sa regalare momenti di introspezione che ricordano Antoine De Saint Exupéry e il suo famoso scritto Il piccolo principe. Il nostro protagonista, come il celebre personaggio dell’autore francese, si ritrova, in un giorno della propria esistenza, a dove parlare con una parte del proprio io profondo.

Non viene mai specificato se l’ospite è reale o un essere di fantasia. L’accadere delle cose è del tutto casuale e il rapporto che si instaura tra i due permetterà una reciproca conoscenza e la possibilità empatica di ritornare all’idea di un mondo infantile dove le piccole cose hanno valore profondo e sono alla base di tutte le promesse future.

Il libro edito dalla padovana Kite è un canto all’accoglienza e al cambiamento. Un modo nuovo per dire all’universo umano di lasciare aperte le porte fisiche e mentali della nostra fantasia. Un senso di pace profonda accoglie l’intero illustrato e quella parte più oscura di noi viene in qualche modo a galla per mettersi in gioco e per costruire un legame con ciò che non è ancora successo, ma che sicuramente un giorno, forse già domani, accadrà.


Per info e per acquistare il libro:

https://kiteedizioni.it/en/libri/illustrati/l-ospite

Pubblicato in LIBRI ILLUSTRATI | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento