Miriam Ricordi – Cibo e sesso (Rodaus)

Rock sfrontato senza mezze misure che regala inaspettatamente un netto schiaffo alla quotidianità e al perbenismo parlando di barriere da abbattere, pregiudizi da affrontare, nuove terre da conquistare. Miriam Ricordi, a lingua sciolta, ci presenta un album dal forte impatto emotivo. Un insieme di canzoni che non lasciano indifferenti l’ascoltatore e conquistano, in modo del tutto naturale, al primo ascolto. Cibo e sesso è anticipato dai singoloni Mi esplode la testa e Siamo sordi davvero, ma non passano inosservati brani come Venezia, Metabolismo, Vieni a provare. Un racconto di vita questo album. Un’unione magistrale di due argomenti. Un connubio potente di voce e azione in grado di dare le giuste soddisfazioni accontentando i palati più esigenti.


Pubblicato in Alternative Rock | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Roberta Giallo – Canzoni da museo (G-ROdischi)

Canzoni da Museo<small></small>

Eccentricità cantautorale che sposa il gioco di parole in un contrasto che diventa ossimoro palpabile nell’istante di ogni giorno. Roberta Giallo presta la voce alle poesie di Gastel, Rondoni, Roversi per un sodalizio con la parola-suono che ingloba le latitudini della vita impreziosendo l’etere di sogni e meraviglie da poter perennemente ammirare. Nove canzoni che sono un abbaglio e un pensiero che guarda lontano. Uno sperimentare attraverso l’uso del bel canto quel qualcosa che parrebbe ermetico e irraggiungibile a ricoprire lo spazio di bellezza pezzo dopo pezzo. Canzoni da museo raccoglie i cocci della meraviglia tentando di ricostruire il vaso della nostra interiorità partendo dall’essenza e utilizzando una colla speciale chiamata amore che sembra aggiustare qualsiasi cosa.


Pubblicato in Musica d'autore | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

-FUMETTI- Kalina Muhova – Prego (Rulez)

Prego

Titolo: Prego

Autori:Kalina Muhova

Casa Editrice: Rulez

Caratteristiche: 15 x 10 cm.

Prezzo: 10 €

 

Dopo Scusa e Grazie un grande Prego ad intessere trame con il mondo circostante in un abbraccio perpetuo che ha il sapore e il profumo delle cose migliori. Una sorta di ringraziamento a chi c’è stato per la stessa autrice e a chi ancora ci sarà a raccogliere i cocci di questa poesia urbana fuori dalle costruzioni altisonanti e sempre più vicina ai frammenti del nostro cuore.

Altro libricino per Kalina Muhova. Altro libro a completare una metal box contenente una trilogia fatta di necessaria quotidianità. Pensieri in libertà nati ed espressi dai visitatori durante la mostra estiva di Scusa e Grazie e qui liberamente interpretati dalla stessa autrice grazie a minute illustrazioni a segnare il cammino tralasciando il sogno e perpetuando la bellezza dell’istante ad esprimersi con la parola.

Piccoli vissuti intrappolati in pagine pregiate. Carta luccicante, bianca appariscente a far da contorno alle storie che si amalgamano alle altre storie in un progetto che crea il suo naturale proseguimento nella dimensione di questo tempo. Il nostro tempo.

Kalina Muhova, per Rulez, disegna un pensiero, un’idea, attraverso un uso immediato, urgente della matita. Il risultato finale non è una contrapposizione d’intenti e di obiettivi, ma piuttosto un’unione naturale di due opposti ad accendere di semplicità e bellezza ciò che prima era soltanto parola scritta su di un quaderno. Una parola a ricoprire lo spazio. Uno spazio che non diventa luogo di abbandono, ma piuttosto si fa incontro, condivisione, vita.


Per info e per acquistare il libro: 

https://www.kalinamuhova.com/

 

Pubblicato in FUMETTI | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

-LIBRI ILLUSTRATI- Jordan Scott/Sydney Smith – Io parlo come un fiume (Orecchio acerbo)

Titolo: Io parlo come un fiume

Autore: Jordan Scott/Sydney Smith

Casa Editrice: Orecchio Acerbo

Caratteristiche: 22,8 x 25,4 pag.44

Prezzo: 16 €

ISBN: 9788832070682

 

 

Parole scivolate, torbide, increspate dall’acqua. Parole concise che non escono. Parole intrappolate all’interno di un mondo nascosto, celato, un universo di lettere volanti nel cielo più intimo dentro di noi. Un libro per tutte le volte che ci siamo sentiti smarriti davanti agli altri. Un libro che sfiora, amalgamandole, le nostre fragilità. Mettersi a nudo. Sciogliere l’attimo. Entrare dentro al fiume, percorrerlo, viverlo senza guardarsi indietro.

Io parlo come un fiume è un capolavoro contemporaneo. Incorpora bellezza stilistica, immediatezza, immagini esplicative e aggiungerei evocative nel lento migrare delle giornate, nel nostro essere colpiti da tanta introspezione, da tanta empatia riuscita a raccogliere, nel percorso esistenziale, i sassi più pesanti che ci portiamo dentro.

Il libro di Jordan Scott, illustrato da Sydney Smith, si insinua lentamente alla scoperta di un’intimità vera, percorsa, costruita. Un bambino, la sua balbuzie. L’impossibilità di rapportarsi con il mondo esterno, con i suoi compagni di scuola. La presenza però di un papà attento porterà il nostro protagonista a riscoprire nel fiume un luogo di conforto. Un luogo dove le lacrime, mescolate all’acqua, costruiranno, alla tenue luce del sole, il senso più profondo del confronto. Quello stesso confronto che diventa istinto primordiale, a ricercare, nell’attaccamento, l’importanza, mai sopita, dell’essere padre, dell’essere figlio.

Un legame biunivoco, quindi, qui raccontato con delicatezza in un cartonato d’autore incredibile per qualità intrinseca, per uso dell’immagine, del testo, a scardinare classiche impostazioni per portare il lettore a lasciarsi andare, a vivere nella propria soggettività il miracolo reale dell’essere unici e preziosi.

Orecchio acerbo “disturba”, con stile unico, il mondo dell’editoria per ragazzi. I libri pubblicati dalla casa editrice romana hanno il profumo tangibile di qualcosa di vero, reale, mai artificioso. Quella veridicità di fondo capace di scardinare il lento declino della società moderna scuotendo dal torpore e parlando, come in questo caso, di una realtà che nella frenesia dell’istante già trascorso, diventa arte alla portata di tutti. Diventa consapevolezza, passione di raccontare. Dal linguaggio ai sentimenti, passando per le tempeste di ogni giorno.


Per info e per acquistare il libro:

https://www.orecchioacerbo.com/editore/index.php?option=com_oa&vista=catalogo&id=701

 

Pubblicato in LIBRI ILLUSTRATI | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

LIBRI ILLUSTRATI – Silvia Roncaglia/Gek Tessaro – Filastrocche per un anno una al giorno (Lapis)

9788878748484-filastrocche-per-un-anno

Titolo: Filastrocche per un anno una al giorno

Autore: Silvia Roncaglia/Gek Tessaro

Casa Editrice: Lapis Edizioni

Caratteristiche: 14 x 16 cm., 376 pag., colori

Prezzo: 17,50 €

ISBN: 9788878748484

Velocità irrefrenabile che si respira pagina dopo pagina attraverso trecentosessantasei filastrocche composte ed elaborate con una facilità spiazzante, ma carica di sorprese. Snocciolate, un passo dopo l’altro, queste composizioni in versi si fanno apprezzare per lo studio naturale che coinvolge l’intero libro e per un desiderio innato di comunicare, nella semplicità, significati che si aprono e tendono a trovare radici profonde nella sollecitudine e nel costante nostro esistere.

Silvia Roncaglia ci regala, per Lapis, una raccolta di filastrocche di vario genere. Sono piccole poesie che sanno recuperare temi e tempi. Sanno recuperare ed essere soggetto portante per ulteriori elaborazioni che hanno e portano con sé il profumo delle stagioni, della rotazione del tempo, dell’esistere. Diventano esse stesse protagoniste dei nostri giorni nel farsi leggere, nel farsi assimilare per poi diventare mondi concentrici, sbilenchi, divertenti, riflessivi.

Le immagini di Gek Tessaro sono ovviamente tantissime e di conseguenza poco elaborate, ma nel loro essere elementari dipingono bene la scena, la contestualizzano creando un’  unione indissolubile con la parola che diventa immagine e viceversa, per un risultato d’insieme che ben si sposa con la tipologia di testo narrato in un cerchio bellissimo che sembra non avere fine.

Filastrocche per un anno è un libro da sfogliare giorno dopo giorno, magari poco prima di dormire o al risveglio. Ricorda a tutti gli adulti che anche loro una volta sono stati bambini. Ricorda a tutti i bambini che i sogni fanno sempre rima con fantasia e che c’è sempre tanto tempo per un sorriso in questa vita.


Per info e per acquistare il libro:

https://www.edizionilapis.it/libro/9788878748484-filastrocche-per-un-anno

Pubblicato in LIBRI ILLUSTRATI | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Alice Tambourine Lover – Forse non sei tu (Go Down Records)

Psichedelia concentrica in divenire conturba gli stati d’animo più oscuri all’interno di una notte buia e illuminata dai lampioni. Una notte dove pallide visioni prendono il sopravvento per colorare di bellezza mai gridata il cielo sopra di noi. Gli Alice Tambourine Lover, duo bolognese sulla scena underground italiana dal duemilaundici, ci regalano un mini EP piccolo piccolo con due pezzi, nel vinile uno per lato, Forse non sei tu nella parte A e una rivisitazione della bellissima Vorrei incontrati di Alan Sorrenti nell’altra parte oscura della luna a creare una sorta di rincorsa alle visioni oniriche di paesaggi crepuscolari dove amori che non si possono avere si fondono nel cercare la propria strada verso casa. Questa piccola prodezza fuori dal coro è un abbaglio di luce che regala una sorta di destabilizzazione. Un dischetto intimo e conturbante carico di sfumature che colpiscono al cuore.


Pubblicato in Alternative Rock | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Marco Sanchioni – La riscossa del cuore (Manchild)

Potrebbe essere un'immagine raffigurante il seguente testo "Marco Sanchioni La riscossa Lariscossa.delcuore del"

Rock d’autore tempestato di distorsione ponderata per il nuovo disco di Marco Sanchioni ad intraprendere un percorso di adesione totale alla musica e alla vita che si può esplorare all’interno di un viaggio chiamato amore e interessato dalla continua ricerca melodica sovraesposta alle intemperie di questi giorni. Le dodici canzoni proposte sono l’esigenza introspettiva di esplorare l’animo umano sotto diverse sfaccettature rapportando il vivere raccolto all’interno di questa società in bilico tra l’essere e l’avere. Forme mai disciplinate di canzoni che guardano oltre le possiamo trovare in pezzi come il singolone La verità, Canzone della nuova realtà, Il vecchio mondo (e quel che resta), Logica e follia e Animico nel finale. Brani che ricoprono l’etere di speranza per un album a tratti gridato, a tratti più raccolto e meditativo in un sodalizio unico e necessario con quel qualcosa chiamato vita che ci troviamo ad affrontare giorno dopo giorno.


Pubblicato in Musica d'autore | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

DeaR – Out of Africa (Egea Music/Music Force)

Dopo l’importante lavoro, recensito su queste pagine, New roaring twenties/Human decision required, torna DeaR, all’anagrafe Davide Riccio, compositore che trova nella metamorfosi interiore un punto d’attracco di sicura efficacia e bellezza. Out of Africa è un disco complesso. Un album che non si accontenta. Un substrato di sabbia, suoni, mescolanze a ricoprire il mondo per come lo conosciamo di sostanza vitale pronta a strabordare, pronta a rincorrere, dentro di noi, quel pezzo di cielo da interiorizzare e colorare. Un album che affascina, pregno di musiche. Un disco che trova nell’espressività del nostro sperimentatore un abbaglio per cercare una nuova strada, una via nuova di comunicazione in simultanea con gli stati d’animo del nostro io. La title track, I am from Babylon, Tigritude, Mozambique, Love of the solitude, No words again sono impressioni a comporre, nella tavolozza del continente primordiale, il nostro venire al mondo.


Pubblicato in Avanguardie | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Dance floor closed – Top 10 (Music Force/Egea Music)

Top 10 - Dance Floor Closed - CD | IBS

Musica dance a raccontare di questa realtà tra sali scendi di spessore che ricoprono la pista, ricoprono l’etere di lustrini e luci per dare nuovo significato alla vita che stiamo vivendo. Il disco del duo toscano formato da Gianni Mini e Simone Serotti concentra l’attenzione all’interno di un mondo in continua evoluzione che qui, attraverso uno stile ridondante, ma di sicuro effetto, ci porta alla scoperta di un’elettronica fatta per ballare, fatta per pensare. Dance floor closed sembra parlare di questi tempi incerti, lo fa con un linguaggio sincero inglobato nella quotidianità. Dieci pezzi più tre remix. Da Count on me fino a Best Decade troviamo un universo in continua evoluzione. Non un universo sognante, ma piuttosto un universo cangiante e finalizzato a stupire con gusto.


Pubblicato in Elettronica | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Max Casali – St3rzo (Music Force/Egea Music)

Terzo album per il cantautore romano che impacchetta per bene un disco che parla di quotidianità mai sopita e pronto a contrastare con le parole le debolezze di questo periodo in declino. Le canzoni di Max Casali si fanno tangibili e parlano, attraverso un’essenza naif, di tutto ciò che spesso lasciamo in disparte, delle nostre paure, di ciò che abbiamo vinto e di ciò che inesorabilmente abbiamo perso nella vita. St3rzo è un album verboso, fatto di prosa, quasi a superare il senso musicale. Pezzi come Segnali di noi(a), Bulli e rupe, Il de(re)litto perfetto, Il resto manc(i)a giocano con i termini, si sciolgono, aprono a nuove aspirazioni cercando sempre e comunque una propria strada da seguire, una via di ritorno dal frastuono di ogni giorno. St3erzo è un album semplice, ma nel contempo carico di spunti e di riflessioni che sottolinea ancora una volta l’importanza intrinseca e reale di un cantautore come Max Casali; un musicista capace di trovare, nelle curve della nostra realtà, il rettilineo vincente.


Pubblicato in Musica d'autore | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento