Alberto Nemo – Io Dio No (Mayday)

Risultato immagini per alberto nemo io dio no

Torna l’introspezione di Alberto Nemo, con, a mio avviso, il disco più accessibile tra quelli proposti nella sua carriera. Ritorna in chiave malinconica diffusa ricoprendo l’etere di sostanza luccicante in grado di attraversare le pareti della nostra anima con pezzi che scivolano dal profondo e arrivano lassù dove nessuno, in fondo può arrivare. Queste liriche che diventano poesie sono esemplificazione di un tempo fuori dal tempo, di una voce fuori dal coro che ha trovato il proprio stile, la propria veridicità intrinseca, la propria smaterializzazione. Alberto Nemo cita Campana in Le Vele e affonda coraggio e bellezza nelle meraviglie di Soffiare il vento, Canzone per Noi, Supernova, L’amore sei tu. Un disco che trova la collaborazione nelle copertine uniche, dipinte a mano, di Mauro Mazziero per un album composito che nella sua totale libertà di espressione ritrova il centro per muoversi, da ottimo equilibrista, in un contesto ricco di richiami possibili, di forme sempre nuove e nel contempo di quell’unicità che caratterizza il nostro da sempre. Bravo davvero.


Info su indiepercui

Una rivista come tante altre...anche se qui ci si mette il cuore. Recensisco i Vostri Lavori. Ascolto tutto, ma gran poco ska, reggae, hip hop metal e derivati. Si predilige il folk, la musica lo-fi, il rock alternativo e tutti quello che ci gira attorno. *** Dal 2016 è aperta, inoltre, una SEZIONE FUMETTI e LIBRI ILLUSTRATI con il meglio delle proposte italiane e internazionali in collaborazione con case editrici attente al mondo in cambiamento. Contatti [email protected] RECENSISCO SOLO MATERIALE FISICO. L'indirizzo di spedizione verrà comunicato dopo contatto mail.
Questa voce è stata pubblicata in Avanguardie, Elettronica, Musica d'autore e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.