God of the basement – God of the basement (Alka Record Label)

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Oscurità pronta a colpire e ad uscire allo scoperto intrecciando i brividi di una generazione raccolta qui in questo disco attraverso elucubrazioni sonore che entrano ed escono facilmente all’interno dei nostri pensieri producendo interesse per una materia cangiante e in continua mutazione. L’omonimo dei God of the basement racchiude al proprio interno un rock contaminato dal funk, dallo stoner e da un rock’n’roll che non si chiede troppo, ma che tenta una ricerca simultanea e non abbandona al suolo la polvere, ma piuttosto trasforma la materia in qualcosa di vibrante e di sempre vivo. Il disco della band fiorentina è un concentrato onnivoro di resistenza che si esprime in pezzi come Hell Boar, We do know, Kay, Get Loose, un insieme di pezzi che sprigiona attenzione a non finire e cura nel veicolare significati grazie ad un’energia che sembra non esaurirsi mai. 


Info su indiepercui

Una rivista come tante altre...anche se qui ci si mette il cuore. Recensisco i Vostri Lavori. Ascolto tutto, ma gran poco ska, reggae, hip hop metal e derivati. Si predilige il folk, la musica lo-fi, il rock alternativo e tutti quello che ci gira attorno. *** Dal 2016 è aperta, inoltre, una SEZIONE FUMETTI e LIBRI ILLUSTRATI con il meglio delle proposte italiane e internazionali in collaborazione con case editrici attente al mondo in cambiamento. Contatti [email protected] RECENSISCO SOLO MATERIALE FISICO. L'indirizzo di spedizione verrà comunicato dopo contatto mail.
Questa voce è stata pubblicata in Alternative Rock e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.