Daniele Faraotti – English Aphasia (Creamcheese Records)

front nuovo album

Incursioni sghembe per un’elettronica di confine melliflua e scanzonata che ripercorre, con crescendo costante, uno stile che diventa personale, soggettivo e alquanto impattante. La proposta di Daniele Faraotti, nel suo disco English Aphasia, è un concentrato autorale di malinconiche visioni attanagliate in ubriacature che si affacciano al mondo targato novanta in cerca di appigli solidi e sicuri. Quello che il nostro ci regala è una prova alquanto introspettiva che ricorda Blur contaminati dall’italiano Trivo in una ricerca disinibita di dissonanze isteriche legate più al singolo momento che al risultato finale. English Aphasia nasconde un misterioso non sense che veicola sensazioni e stati d’animo all’interno di una psichedelia contorta e d’insieme, una psichedelia che affonda radici in un animo tormentato che ricerca nella musica la propria destrutturata ancora di salvezza.


Info su indiepercui

Una rivista come tante altre...anche se qui ci si mette il cuore. Recensisco i Vostri Lavori. Ascolto tutto, ma gran poco ska, reggae, hip hop metal e derivati. Si predilige il folk, la musica lo-fi, il rock alternativo e tutti quello che ci gira attorno. *** Dal 2016 è aperta, inoltre, una SEZIONE FUMETTI e LIBRI ILLUSTRATI con il meglio delle proposte italiane e internazionali in collaborazione con case editrici attente al mondo in cambiamento. Contatti [email protected] RECENSISCO SOLO MATERIALE FISICO. L'indirizzo di spedizione verrà comunicato dopo contatto mail.
Questa voce è stata pubblicata in Elettronica, Indie Pop, Musica d'autore e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.