Goodbye, kings – A moon daguerreotype (Autoproduzione)

Risultati immagini per goodbye kings a moon daguerreotype

Rarefazione sonora incalzante e vibrante capace di disegnare in modo del tutto sospinto e fuori dal tempo una fotografia in bianco e nero dal sapore del velluto e vaporosa insinuarsi lentamente all’interno delle nostre coscienze. Disco complesso, architettonicamente maestoso che in sostanza se ne frega delle mode del momento per farci piombare all’interno di costruzioni di nobile fattezza e di assurda e maniacale importante visione. Un post rock emozionale per la band milanese che affonda le radici in band come Godspeed you! Black emperor, un album davvero notevole sotto diversi punti di vista. Le  canzoni si sottraggono all’idea di imperfezione e concentrano spasmi d’autore dalla traccia d’apertura Camera Obscura fino alla canzone, nel finale che da il nome al disco per un insieme poderoso di suoni che in questo concept calcolato stupiscono ascolto su ascolto.


Info su indiepercui

Una rivista come tante altre...anche se qui ci si mette il cuore. Recensisco i Vostri Lavori. Ascolto tutto, ma gran poco ska, reggae, hip hop metal e derivati. Si predilige il folk, la musica lo-fi, il rock alternativo e tutti quello che ci gira attorno. *** Dal 2016 è aperta, inoltre, una SEZIONE FUMETTI e LIBRI ILLUSTRATI con il meglio delle proposte italiane e internazionali in collaborazione con case editrici attente al mondo in cambiamento. Contatti [email protected] RECENSISCO SOLO MATERIALE FISICO. L'indirizzo di spedizione verrà comunicato dopo contatto mail.
Questa voce è stata pubblicata in Alternative Rock e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.