Feel in the void – In etere (Autoproduzione)

Feel in the Void, "In Etere": recensione e streaming - TRAKS

I Negrita più incazzosi incontrano i primi Litfiba per un risultato che essenzialmente si rapporta ai giorni nostri con fare deciso e determinato. Ritornano i Feel in the void con un disco fatto di luci e ombre dove il già sentito si sposa con una capacità intrinseca di dare valore sempre nuovo e sincero ad una produzione fatta di tanta sostanza. In etere è un album che brucia e si trasforma. Cerca in qualche modo di catturare l’ascoltatore inchiodandolo alla sedia del desiderio inespresso portandolo a scoprire parti in decomposizione di un tutto che emerge e ci annienta. Chiamami isterico, Cosa sei, Formidabile, Mai così nitido sono solo alcuni dei momenti di un album che non è semplicemente un contenitore per buone canzoni, ma piuttosto diventa costrutto per raccontare uno stato, una situazione, un momento da fotografare e custodire per i giorni a venire.


Info su indiepercui

Una rivista come tante altre...anche se qui ci si mette il cuore. Recensisco i Vostri Lavori. Ascolto tutto, ma gran poco ska, reggae, hip hop metal e derivati. Si predilige il folk, la musica lo-fi, il rock alternativo e tutti quello che ci gira attorno. *** Dal 2016 è aperta, inoltre, una SEZIONE FUMETTI e LIBRI ILLUSTRATI con il meglio delle proposte italiane e internazionali in collaborazione con case editrici attente al mondo in cambiamento. Contatti [email protected] RECENSISCO SOLO MATERIALE FISICO. L'indirizzo di spedizione verrà comunicato dopo contatto mail.
Questa voce è stata pubblicata in Alternative Rock e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.