Laish – Time Elastic (Talitres)

Daniel Green è cresciuto e con questo rimembrare costante al folk introspettivo del passato è diventato una delle voci in narrazione più interessanti della scena internazionale. Laish con il suo Time Elastic si trasforma in creatura performante e altamente interessante che ammira con profondità commovente substrati culturali che si fanno impronta sempre viva, intensa, rassicurante anche quando si tratta di osare, anche quando spuntano le elettriche a dare tono su tono, forza su forza. Ecco allora che Time Elsatic diventa un disco autunnale, umorale, bellissimo nella sua interezza perché rapisce sin dal primo ascolto senza però tradire e deludere mai, senza dimenticare le proprie origini e quella forza interiore che permette la creazione di canzoni come Love is growing, Listening for god, la stessa title track, la finale The fox il tutto in un contorno che ha il profumo della natura e delle cose più genuine, più pure, senza abbandonare mai il sentiero quindi, ma aumentando il distacco, concependo sonorità in musica che vanno oltre il tempo appena passato. 


Info su indiepercui

Una rivista come tante altre...anche se qui ci si mette il cuore. Recensisco i Vostri Lavori. Ascolto tutto, ma gran poco ska, reggae, hip hop metal e derivati. Si predilige il folk, la musica lo-fi, il rock alternativo e tutti quello che ci gira attorno. *** Dal 2016 è aperta, inoltre, una SEZIONE FUMETTI e LIBRI ILLUSTRATI con il meglio delle proposte italiane e internazionali in collaborazione con case editrici attente al mondo in cambiamento. Contatti [email protected] RECENSISCO SOLO MATERIALE FISICO. L'indirizzo di spedizione verrà comunicato dopo contatto mail.
Questa voce è stata pubblicata in Folk e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.