Materianera – Abyss (Tainted Music)

Risultati immagini per materianera abyss

Sprofondare nelle oscurità degli abissi cullati da un’elettronica d’autore dal forte respiro internazionale e intrisa di significati preponderanti che emergono poi piano piano in un conflitto sonoro cullato dalle asperità del tempo, dal nostro incedere quotidiano. I Materianera sono tornati con un disco alquanto strutturato rimarcando la loro consapevolezza nel creare architetture sonore paragonabili a band come Massive Attack o agli italiani Amycanbe in un substrato culturale e musicale davvero sorprendente che catalizza e annienta, si consuma e poi ama in una multiforme e cangiante pelle da indossare nei nostri momenti migliori. La commistione di generi e sonorità provenienti da gran parte dell’universo conosciuto è evidente e ci si sofferma sul particolare in maniera quasi maniacale mentre una voce ci trasporta lontani, sotto l’influenza di una buona stella o sopra qualche pianeta di una galassia lontana. L’eterogeneità sospinta che si evince dall’iniziale Aqua Waves fino a Jotello è arma importante nell’intera produzione e permette ai Materianera di salire sul podio delle band di genere più interessanti in territorio italiota. 


ELL3 – Camouflage (Tainted Music)

L'immagine può contenere: 7 persone, persone che sorridono

Trip hop emozionale capace di creare atmosfere eleganti e cangianti per l’ep d’esordio della giovane musicista ELL3, un lavoro di cesello davvero sopraffino capace di incrociare la malinconia di Lana Del Rey ai sogni in divenire di band italiane come gli Amycanbe in una profonda concezione del mondo apparente che proprio attraverso le maschere che portiamo ogni giorno si svela in tutta la sua orrenda, ma magnetica presenza, tra le paure del momento e quel senso di inquietudine che aleggia nell’aria e non lascia andare. Le stratificazioni sonore sono create dai torinesi Alain Diamond e Davide Cuccu, capaci di impreziosire una voce penetrante e coinvolgente, sintetizzatori quindi che si sposano all’elettronica d’insieme per dare forma a costrutti ambiziosi che si fanno un tutt’uno con le melodie pop presenti nell’etere. Camouflage è un disco da riascoltare più volte, non è prettamente un disco pop, ma piuttosto un esperimento ben riuscito nell’accostare la canzone orecchiabile alla sperimentazione elettronica e sonora, un punto d’incontro per tutta questa bellezza in divenire.