Zizzania – Eclissi (VREC)

Risultati immagini per zizzania eclissi

Abrasivi e lucidi capaci di scandagliare l’orizzonte alla ricerca di una meta solare in grado di nascondere le nostre facce e i nostri volti al tempo che verrà in precise e sostanziali ambientazioni fatte di buio e luce, di oscurità da dove poter uscire a suon di rock in un contesto asfittico che ricerca, nel labirinto della vita musicale italiana, un punto di forza, un punto nevralgico su cui poter contare. I Zizzania costruiscono il proprio stile musicale partendo dalle origini del rock nostrano di fine anni ’80 e ’90, dagli Afterhours fino ai Litfiba, passando per i Negrita e i Marlene Kuntz attraverso ponti immaginari che si rifugiano nella bellezza e nell’importanza dei testi ad incrementare poesie in musica che lasciano il segno non certo per la loro banalità. Pezzi come Sei gocce di veleno, Perdere le tracce, Mentre dormi, Fortuna si fanno ricordare costringendo l’ascoltatore a dare un senso costante all’ascolto che diventa attenzione e non più mercificazione e abbandono, un ascolto necessario capace di andare oltre i margini di questa nostra realtà. 


Info su indiepercui

Una rivista come tante altre...anche se qui ci si mette il cuore. Recensisco i Vostri Lavori. Ascolto tutto, ma gran poco ska, reggae, hip hop metal e derivati. Si predilige il folk, la musica lo-fi, il rock alternativo e tutti quello che ci gira attorno. *** Dal 2016 è aperta, inoltre, una SEZIONE FUMETTI e LIBRI ILLUSTRATI con il meglio delle proposte italiane e internazionali in collaborazione con case editrici attente al mondo in cambiamento. Contatti [email protected] RECENSISCO SOLO MATERIALE FISICO. L'indirizzo di spedizione verrà comunicato dopo contatto mail.
Questa voce è stata pubblicata in Alternative Rock e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.