Winter dies in June – Penelope, Sebastian (Autoproduzione)

Diario aperto agli sfoghi dell’amore narrante storie di vita e di cuori infranti con una certa capacità intrinseca di colpire il bersaglio, di colpire il nocciolo della questione in sodalizi cosmici con una musica indie pop che strizza l’occhio e fa da ponte inusuale dall’oltreoceano all’oltremanica in condizioni esemplari che permettono di incanalare un’energia impreziosita da perle mutevoli, cristalli multisfaccettati e ambiziosi. I Winter dies in June sono una super band costruita per emozionare e grazie a questo disco riescono ad intrappolare gli umori di una generazione appesa al filo dei legami facilmente scivolosi e qui rimarcati con una certa aurea di leggerezza impreziosita da un’importante elettronica che non si fa preponderante, ma è aiuto intrinseco per un risultato che dire eccellente è dire poco. Penelope, Sebastian è un disco complesso, ma che nel contempo si fa ascoltare più e più volte, un album che raccoglie bellezza ad ogni secondo trascorso e che diventa necessario ogni qualvolta si voglia percepire il soffio del vento che precede l’estate. 


Info su indiepercui

Una rivista come tante altre...anche se qui ci si mette il cuore. Recensisco i Vostri Lavori. Ascolto tutto, ma gran poco ska, reggae, hip hop metal e derivati. Si predilige il folk, la musica lo-fi, il rock alternativo e tutti quello che ci gira attorno. *** Dal 2016 è aperta, inoltre, una SEZIONE FUMETTI e LIBRI ILLUSTRATI con il meglio delle proposte italiane e internazionali in collaborazione con case editrici attente al mondo in cambiamento. Contatti [email protected] RECENSISCO SOLO MATERIALE FISICO. L'indirizzo di spedizione verrà comunicato dopo contatto mail.
Questa voce è stata pubblicata in Indie Pop e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.