Vanity – Occult you (Church Independent)

Mi inchino a tanta bravura. Mi inchino allo splendore di questo rock cupo, dark che strizza l’occhio alla new wave confinante con il grunge e l’alternative di Smashing Pumpkins, Tool , NIN, A Perfect Circle.
Ecco dov’era  Jimmy Chamberlain:  seduto alla batteria dei Vanity che con Occult You firmano una prova ricca di phatos, atmosfere  decadenti e chitarre maestose dove cavalcate immaginarie scendono e sono così forti da bruciarti gli occhi e lasciarti nella bocca un’arsura inimmaginabile, tanta è la paura di non uscire dai labirinti mentali creati dai quattro.
Un gruppo molto maturo sotto tutti i punti di vista, ogni parte fa la sua figura perché riesce a fondersi perfettamente.
L’inizio è affidato alla splendida “Sleeping stars” con avvio al cardiopalma dove al ritmo di BWBW i Vanity fondano elementi di polifonia corale.
A cambiare il passo con atmosfere da film horror della miglior fattura troviamo “Under Black Ice”, cambi di ritmo per “Ghosts” una track di Interpoliana memoria, ma direi molto più spinta e ricca di sfumature.
“Ruins” guarda avanti al gothic metal d’alta scuola mentre “Pagan Hearts” è un inno all’essere umano che cade davanti all’errore.
“Sun” ricorda i migliori Opeth mentre “Time’s new romance” fa da apripista all’elettronica strumentale di “Limbo”.
La title track è assaggio di spettacolarità pirotecnica che preannuncia la fine ad alto contenuto di “The wanderer”
Soffermarsi poi sulla cover è d’obbligo: un bambino dilaniato da una malattia che lo sta mutando, simbolo del cambiamento dei tempi rappresentato dagli U2 con un elmetto da soldato; mentre ora, se prima soldato, a che cosa sarà destinato?
Non ho altre parole, solo che questo può essere l’album dell’anno, io auguro lunga vita ai Vanity.

Info su indiepercui

Una rivista come tante altre...anche se qui ci si mette il cuore. Recensisco i Vostri Lavori. Ascolto tutto, ma gran poco ska, reggae, hip hop metal e derivati. Si predilige il folk, la musica lo-fi, il rock alternativo e tutti quello che ci gira attorno. *** Dal 2016 è aperta, inoltre, una SEZIONE FUMETTI e LIBRI ILLUSTRATI con il meglio delle proposte italiane e internazionali in collaborazione con case editrici attente al mondo in cambiamento. Contatti [email protected] RECENSISCO SOLO MATERIALE FISICO. L'indirizzo di spedizione verrà comunicato dopo contatto mail.
Questa voce è stata pubblicata in Alternative Rock e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.