The whip hand – Sometimes, we are (MiaCameretta Records)

Rapporti incrinati al far della sera a ricoprire vetri spezzati di un’esistenza in grado di muoversi lentamente tra il rimpianto e il ricordo attraverso le nostre storie, quelle che ci accomunano, quelle di tutti i giorni. Il nuovo dei The whip hand sotto l’aspetto compositivo racconta e si muove attraverso un dream pop cosciente di ricercare nell’attimo appena vissuto punti di partenza necessari per contemplare da lontano un post rock che interseca delay interstellari a canzoni che non si discostano da una metrica comune, ma piuttosto incrociano qualcosa di immediato, decifrabile, a tratti pop. Sometimes, we are sembra quasi un inno al nostro stare e al nostro muoversi, al nostro cambiare interno, in sodalizi con un’internazionalità sospinta che non passa inosservata, anzi diventa un’eredità mossa da questo tempo per far conoscere suoni e profumi di un rock che proprio oltre confine trova punti di contatto e condivisione con questa nostra quotidianità. 


Info su indiepercui

Una rivista come tante altre...anche se qui ci si mette il cuore. Recensisco i Vostri Lavori. Ascolto tutto, ma gran poco ska, reggae, hip hop metal e derivati. Si predilige il folk, la musica lo-fi, il rock alternativo e tutti quello che ci gira attorno. *** Dal 2016 è aperta, inoltre, una SEZIONE FUMETTI e LIBRI ILLUSTRATI con il meglio delle proposte italiane e internazionali in collaborazione con case editrici attente al mondo in cambiamento. Contatti [email protected] RECENSISCO SOLO MATERIALE FISICO. L'indirizzo di spedizione verrà comunicato dopo contatto mail.
Questa voce è stata pubblicata in Alternative Rock e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.