The spell of ducks – SOUP (Autoproduzione)

Risultati immagini per The spell of ducks - SOUP

Maturità composita spettacolare che avvolge l’ascoltatore attraverso un uso davvero eccellente di archi e melodie di facile presa. Una musica che nell’insieme e nella ricerca costante si trova in bilico tra rarefazione sonora e purezza d’intenti per un suono d’autore incisivo e importante. Il disco torinesi racchiude al proprio interno il cantautorato di Glen Hansard, Damien Rice, Tom Mcrae, Iron e Wine in una perfetta soluzione edulcorata che di certo non passa inosservata, ma piuttosto lascia, passo dopo passo, un’impronta da seguire, un bisogno sempre nuovo di comprendere una poetica che nell’esemplificazione creata rimanda a qualcosa di espressivo e fuori dal tempo. Sei canzoni, sei brani ad indicare la via. Da Intro fino a Dear Leo i nostri lasciano il segno grazie anche ad un utilizzo importante di strumenti folk acustici. Un segno incisivo. Da rimanere a bocca aperta.

Info su indiepercui

Una rivista come tante altre...anche se qui ci si mette il cuore. Recensisco i Vostri Lavori. Ascolto tutto, ma gran poco ska, reggae, hip hop metal e derivati. Si predilige il folk, la musica lo-fi, il rock alternativo e tutti quello che ci gira attorno. *** Dal 2016 è aperta, inoltre, una SEZIONE FUMETTI e LIBRI ILLUSTRATI con il meglio delle proposte italiane e internazionali in collaborazione con case editrici attente al mondo in cambiamento. Contatti [email protected] RECENSISCO SOLO MATERIALE FISICO. L'indirizzo di spedizione verrà comunicato dopo contatto mail.
Questa voce è stata pubblicata in Folk e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.