The cat and the fishbowl – Feels like home (Autoproduzione)

Folk della pianura padana che si muove tra le nebbie di un’ubriacatura memorabile, punto d’incontro per due giovani musicisti che hanno fatto della strada della musica minimale una strada in salita e ricca di atmosfere vintage e curate, una strada creata con leggerezza e disimpegno per una bellezza che riempie stanze di pochi metri quadri e illumina con gli antinebbia le mancanze dei nostri giorni intessendo e intrecciando un EP semplice, ma dal forte impatto emozionale, mescolando il punto d’incontro dell’improvvisazione con qualcosa di studiato a tavolino per pezzi che sembrano nascere da un’associazione di idee per poi concentrarsi nel particolare per ricreare attorno a se un mondo di indie folk cantato senza prendersi troppo sul serio, ma conoscendo profondamente il cammino da intraprendere da Can I kiss your cheek? fino a Betrayal. Possiamo quindi dire che il nostro gatto e il nostro pesce nell’acquario stimolano l’appetito e ci riescono con gusto estetico mai banale.

Info su indiepercui

Una rivista come tante altre...anche se qui ci si mette il cuore. Recensisco i Vostri Lavori. Ascolto tutto, ma gran poco ska, reggae, hip hop metal e derivati. Si predilige il folk, la musica lo-fi, il rock alternativo e tutti quello che ci gira attorno. *** Dal 2016 è aperta, inoltre, una SEZIONE FUMETTI e LIBRI ILLUSTRATI con il meglio delle proposte italiane e internazionali in collaborazione con case editrici attente al mondo in cambiamento. Contatti [email protected] RECENSISCO SOLO MATERIALE FISICO. L'indirizzo di spedizione verrà comunicato dopo contatto mail.
Questa voce è stata pubblicata in Folk. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.