Sam & The black seas – Silver (Atomicfat)

L'immagine può contenere: una o più persone e sMS

Indie folk d’oltreoceano sdoganato a dovere in grado di entrare in comunione con l’ascoltatore attraverso la cassa di risonanza emozionale che si staglia e vibra ancora, produce fertile terreno per soddisfazioni ineguagliabili e si ricava di diritto un posto nella musica d’autore soppesata, sospinta e alquanto matura. Il disco d’esordio di Sam and the black seas è un disco completo sotto molti punti di vista, un album capace di abbracciare le produzioni di ciò che fu, Nick Drake su tutti e che ingloba il pensiero di cantautori come Glen Hansard e i suoi The Frames per una musica ricca di carica emozionale e bagliori di bellezza accecante che già possiamo sentire nella traccia d’apertura Something went wrong passando per la title track e le perle come The love we owe e Agata ad accendere quel fuoco leggero perpetuato dai quattro musicisti milanesi e che si staglia come potenza in divenire capace di dare soddisfazioni importanti attraverso una prima prova d’insieme davvero spettacolare, introspettiva e delicata, un disco che farà ancora parlare di sé.

Info su indiepercui

Una rivista come tante altre...anche se qui ci si mette il cuore. Recensisco i Vostri Lavori. Ascolto tutto, ma gran poco ska, reggae, hip hop metal e derivati. Si predilige il folk, la musica lo-fi, il rock alternativo e tutti quello che ci gira attorno. *** Dal 2016 è aperta, inoltre, una SEZIONE FUMETTI e LIBRI ILLUSTRATI con il meglio delle proposte italiane e internazionali in collaborazione con case editrici attente al mondo in cambiamento. Contatti [email protected] RECENSISCO SOLO MATERIALE FISICO. L'indirizzo di spedizione verrà comunicato dopo contatto mail.
Questa voce è stata pubblicata in Folk e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.