RAFT – Fuoricorso (Believe)

Album che parte con il piede giusto per cercare una propria via da seguire pur conoscendo le insidie e le difficoltà di una tipologia musicale abusata e che soprattutto ai giorni nostri è possibilità immediata per fare colpo alzando in alto la bandiera dell’originalità. Di originalità però in questo disco non si parla, piuttosto si cerca, attraverso suoni moderni, di comunicare un pensiero, un’opinione che interagisca con la quotidianità e con ciò che ci troviamo ad affrontare, un grido silenzioso che spazza le consuetudini con un suono aperto che trova nella comunione del rap, del funk e del pop un punto da seguire, un bisogno essenziale di spiegare il mondo dei giovani da una finestra nuova, da una nuova dimensione. L’universo raccontato dai RAFT è una terra che corre alla velocità della luce, un terra in dissolvenza che si domanda e che ricerca, un mondo carico di pensieri e di abitudini conformate da rimpiazzare con qualcosa di vero, di duraturo, oltre l’abuso tecnologico, oltre l’abuso del pensiero condiviso. 


Info su indiepercui

Una rivista come tante altre...anche se qui ci si mette il cuore. Recensisco i Vostri Lavori. Ascolto tutto, ma gran poco ska, reggae, hip hop metal e derivati. Si predilige il folk, la musica lo-fi, il rock alternativo e tutti quello che ci gira attorno. *** Dal 2016 è aperta, inoltre, una SEZIONE FUMETTI e LIBRI ILLUSTRATI con il meglio delle proposte italiane e internazionali in collaborazione con case editrici attente al mondo in cambiamento. Contatti [email protected] RECENSISCO SOLO MATERIALE FISICO. L'indirizzo di spedizione verrà comunicato dopo contatto mail.
Questa voce è stata pubblicata in Avanguardie, Elettronica, Indie Pop e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.