POVEROALBERT – Ma è tutto ok (Autoproduzione)

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Il disco dei Poveroalbert, band campana dalle forti capacità espressive, guarda alle sonorità del futuro intrecciando la bellezza malinconica di ciò che sono stati gli anni ’90, soprattutto per band come Radiohead che tanto hanno influenzato i suoni dei big internazionali per come li conosciamo ora e che anche in questo album vengono considerati come fonte d’ispirazione per le alienazioni da cameretta di un suono capace di fondere la canzone d’autore con un rock incredibile e originale in grado di perseguire fluttuanti obiettivi raccontando di un mondo fatto di introspezioni e insostenibile mancanza di qualcosa. Sono i mostri che combattiamo ogni giorno, sono le nostre paure e la nostra rabbia alternata alla malinconia di fondo e quella fame di vita che ci fa urlare attraverso nove tracce riuscite che si muovono egregiamente tra ballate acustiche e delay emotivi, attimi di luce che ripiombano nell’oscurità partendo da un’intro considerevole fino al finale Non teme nulla passando per perle da tenere in considerazione come Fallimento o Canzone per la tua sicurezza. Quello dei Poveroalbert è un disco che ci fa vedere le parti negative dell’essere umano, quell’idea viscerale di fallimento che porta il conflitto a sperare in una luce nuova e reale abbandonando la sicurezza e concentrando l’attenzione sul reale vivere quotidiano.

Info su indiepercui

Una rivista come tante altre...anche se qui ci si mette il cuore. Recensisco i Vostri Lavori. Ascolto tutto, ma gran poco ska, reggae, hip hop metal e derivati. Si predilige il folk, la musica lo-fi, il rock alternativo e tutti quello che ci gira attorno. *** Dal 2016 è aperta, inoltre, una SEZIONE FUMETTI e LIBRI ILLUSTRATI con il meglio delle proposte italiane e internazionali in collaborazione con case editrici attente al mondo in cambiamento. Contatti [email protected] RECENSISCO SOLO MATERIALE FISICO. L'indirizzo di spedizione verrà comunicato dopo contatto mail.
Questa voce è stata pubblicata in Alternative Rock e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.