Pedalò – Sale (Mia cameretta records)

Brani brevi, sinceri, schietti, volteggianti in sabbie sconosciute, echi di Three second kiss a sottolineare testi imperniati di negazione, poesie con il dente scoperto e dichiaratamente post punk; svalvolate contromisure al nulla che avanza.

Napoletani doc che osano oltre le coincidenze e oltre le “polluzioni notturne” eco di ciò che rimane dopo la mareggiata sulla spiaggia deserta, progetto d’oltreconfine che dona al giovane trio, Emilio, Michele, Stefano, una capacità notevole di evidenziare in poche righe e in pochi attimi pensieri che possono sembrare sconnessi o alla rinfusa e che invece risultano essere segnati da un percorso preciso, che non bada a compromessi o a mezze misure.

Ecco allora che l’ascoltatore si ritrova su di una spiaggia piena di persone scomparse, abbandonate al sole nell’egoismo più totale, mentre “Pedalò” raccoglie pensieri su un’agenda ricca di appunti: 60 canzoni, 46 lasciate fuori, “ristrette solo”a 14, gridate e lacerate dai raggi roventi, da un mondo che non ci appartiene, dal nulla che aspetta mentre il mare bagna i pochi “coglioni” rimasti a guardare, e i gabbiani, da cornice, volano nel cielo, rotanti come eliche all’orizzonte.

E voi siete pronti a spiccare il volo?

Info su indiepercui

Una rivista come tante altre...anche se qui ci si mette il cuore. Recensisco i Vostri Lavori. Ascolto tutto, ma gran poco ska, reggae, hip hop metal e derivati. Si predilige il folk, la musica lo-fi, il rock alternativo e tutti quello che ci gira attorno. *** Dal 2016 è aperta, inoltre, una SEZIONE FUMETTI e LIBRI ILLUSTRATI con il meglio delle proposte italiane e internazionali in collaborazione con case editrici attente al mondo in cambiamento. Contatti [email protected] RECENSISCO SOLO MATERIALE FISICO. L'indirizzo di spedizione verrà comunicato dopo contatto mail.
Questa voce è stata pubblicata in Alternative Rock e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Pedalò – Sale (Mia cameretta records)

  1. Enrico Pagliaro scrive:

    Ho dato un ascolto ma sinceramente a mio parere non sono questo gran chè… Abbastanza banali e già sentiti (chi bazzica nel genere mi darà ragione…). Anche tecnicamente parlando appaiono piuttosto scarsi. Il mio voto personale 3/10 (gusti eh…)

  2. indiepercui scrive:

    Ciao Enrico

    intanto benvenuto!
    Grazie per aver commentato.
    In merito ai Pedalò secondo noi questo trio ha dimostrato, come sostanzialmente detto sopra, di riuscire a comunicare delle piccole verità, dei pensieri in movimento, senza essere verbosi e ripetitivi e ci sono piaciuti.
    Questo è il loro punto di forza principale, poi le recensioni, si sa, sono più soggettive di un dopobarba :-).
    Di cuore
    IndiePerCui

  3. Enrico Pagliaro scrive:

    Ma non dico che sono obiettivamente da bocciare ho solo espresso il mio parere in base ai miei ascolti e gusti. Poi scusa la recensione già parla in modo positivo del gruppo quindi il tuo commento (senza offesa) mi è sembrato piuttosto superfluo. Per me restano banali e già sentiti… Ma ascoltiamo anche altri pareri 😉
    Enrico

  4. Enrico Pagliaro scrive:

    Perchè il mio commento è sparito? Allora è verissimo che siete di parte… Dunque se si esprime un commento negativo viene cancellato… che dire davvero complimentissimi 😉

    • indiepercui scrive:

      I commenti erano tutti finiti nei “in sospeso” TUTTI compreso il nostro!!!
      Ci dispiace non so cosa sia successo anche perchè arrivano decine di commenti SPAM al giorno e quindi ci sarà stata un po’ di confusione.
      Mi dispiace sentire però tutta questa rabbia repressa.
      Se ci sono problemi personali puoi scrivere una mail a [email protected].

      Di cuore
      IndiePerCui