Pereira – Mascotte (A Modest Proposal Records / Peermusic)

Risultati immagini per pereira mascotte

Sognanti visioni pop da addomesticare su di una spiaggia affollata approfittando del caldo che avanza per fare un bagno rinfrescante prima che venga sera. Il poppettino ben congegnato di Pereira racchiude al proprio interno le mode del momento. C’è un’esigenza intuitiva di raccontare la vita vivendo sensazioni ed emozioni e cercando di condensarle all’interno di canzoni create per convogliare l’estate all’interno di un album che fa presa sin dal primo ascolto. Palme, noci di cocco, animali esotici fanno da contorno a questa quotidianità rappresentando un mondo onirico fatto di amori andati a male e personalità da costruire. Pereira con Mascotte confeziona un disco indie pop frizzantino e leggero, un disco estivo che parla di una stagione alle porte, di una stagione di certo indimenticabile.


Pubblicato in Indie Pop | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Gianni Venturi – Mantra Informatico – of voice and men (MP & Records)

Risultati immagini per gianni venturi mantra informatico

Gianni Venturi è uno sperimentatore. Una ricerca continua di bisogni sempre nuovi nello sperimentare la voce come strumento necessario per veicolari messaggi accomuna il nostro che attraverso una poesia simultanea riesce a dare senso necessario ad un mantra in loop continuo. Musica ridondante, vocalizzi necessari a fare da base, a creare atmosfera,  sono necessari per dare sviluppo sempre nuovo ad un disco fuori da ogni categorizzazione. Mantra informatico conduce la musica d’autore ad un livello alquanto alto e vissuto. Una voce al centro e tutto il resto attorno a fare quasi da corollario. Ingredienti magici che permettono di costruire architetture sempre nuove e a tratti irripetibili. Da Distonia a Mother il nostro ci conduce all’interno di un percorso che non conosce punti fermi, ma fa dell’imprevedibilità una carta unica e necessaria per soddisfazioni future, per orizzonti sempre nuovi.


 

Pubblicato in Avanguardie | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Andrea Lorenzoni – Senza Fiori (Dimora Records)

Risultati immagini per andrea lorenzoni senza fiori

Poesia anni ’90 che incontra il bisogno autorale di dare un senso al mondo che ci circonda raccontando dei cambiamenti che ci riguardano, raccontando di una quotidianità che raccoglie i cocci di un passato e cerca di ricomporre il vaso che chiamiamo vita e che ci ingloba giorno dopo giorno. Andrea Lorenzoni riesce a creare un disco che si inerpica su pendii oscuri dove la voce in primo piano è veicolo necessario e comprensibile per tentare di dare sviluppo ad una musica d’insieme fatta per veicolare messaggi e significati. Emblematici i pezzi come Sfide velodromiche sul Kilimangiaro, La Disillusione, la stessa title track, Il pensiero dell’uomo, Il ventre della donna, Futuro. Emblematiche le scelte di accostare passato e presente in una selezione continua che il cantautore bolognese sa cogliere e sperimentare per dare un senso sempre nuovo al proprio essere vivo.


Pubblicato in Musica d'autore | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Andrea Pellicone Van Gogh Project – Crixstrix Suite (New Model Label)

L'immagine può contenere: testo

Percezioni che vanno oltre le identità sovrapposte e canalizzano un viaggio extrasensoriale attraverso una musica che affonda le proprie radici all’interno di buchi neri, all’interno di una realtà che non conosciamo, ma talmente immersiva da stupire fino all’ultimo istante. Andrea Pellicone Van Gogh Project è un esploratore che va oltre la realtà immaginata. Attraverso la ricerca che si apre al prog  e alla musica classica il nostro ci accompagna all’interno di un concept strutturato e condito a dovere dove non esistono confini di genere, ma piuttosto una sorta di mondo parallelo in cui avvenimenti si trasformano in avventura da poter assaporare ascolto su ascolto. Crixstrix Suite è un album complesso, non facile da digerire, ma sicuramente una piccola opera d’arte da dove attingere significati per i tempi che verranno.


Pubblicato in Avanguardie | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Konrad – Luce (Music Force)

Viaggio nelle parole più profonde capace di scardinare vincoli di sistema attraverso racconti del quotidiano che interessano e percepiscono attenzione particolare nel ritrovare qualcosa che era nascosto e che pian piano è uscito allo scoperto. Luce è il disco di Konrad ex Radiolondra e ora approdato per l’occasione attraverso un rock d’autore che amplifica visioni e permette all’ascoltatore di conoscere pian piano un mondo in divenire, un mondo che è e diviene esso stesso scoperta e punto d’incontro. Luce è andare oltre l’oscurità con pezzi come Foglie sotto i passi, Your eyes, Il sogno reale, la stessa title track, Seattle, Domani. Un disco dedicato alla figlia dello stesso autore, un’ispirazione profonda che tocca le corde più vicine al nostro cuore e riesce, con un soffio di vento, a riportare in ordine, il disordine temporaneo interno, creando magia e quiete, sostanziale calma e bisogno di illuminare ogni cosa.


Pubblicato in Musica d'autore | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Francesco di Bella – ‘O diavolo (La canzonetta record)

album 'O diavolo - Francesco di Bella

Commistione di pop rock in un album eterogeneo e magistralmente suonato e arrangiato che vede il ritorno di Francesco di Bella alla produzione di un disco davvero sorprendente nella sua semplicità di fondo. La musica d’autore dell’ex 24 Grana entra all’interno di una quotidianità dove i protagonisti dei racconti-canzone sono emblema di una società e caratterizzazione di una vita che prende il sopravvento e non lascia scampo. Canzoni impegnate e introspettive lasciano il posto a qualcosa di più leggero, ma malinconico. Un velo di ricordo aleggia in tutto l’ascolto del disco e le nove canzoni proposte si affacciano in modo del tutto naturale a questa vita: talvolta in modo prorompente, talvolta in punta di piedi. ‘O diavolo è lo specchio di questi tempi e Francesco di Bella attraverso un uso interessante e sempre unico della metrica riesce ad uscire dal contesto metropolitano che caratterizzava il precedente lavoro per entrare di diritto in un abbraccio che coinvolge l’Italia intera.


Pubblicato in Indie Pop, Musica d'autore | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Cau Porta – Grow (Seekal’Indie)

Risultati immagini per cau porta grow

Miscuglio eterogeneo di suoni contaminati dal mondo, suoni che disintegrano gli spazi e lasciano incedere energia viscerale che attrae masse e corpi, attrae visioni e costruzioni di menti che si aggrovigliano e lasciano intuire all’orizzonte qualcosa di davvero necessario. Il disco dei Cau Porta  è un fulmine a ciel sereno. Il trio bolognese riesce a dare una manifestazione chiara e tangibile di una potenzialità davvero esaltante. Grow è un crescere insieme, un assorbire lentamente le passioni di ognuno per poi riconsegnarle come non ci fosse un domani incastrando, con minuziosa calma e trasparenza, un’attitudine che in pezzi come Another place, Pizzica di Galatone, la stessa title track e Roho nel finale riesce a consegnare ampiezza sostanziale per canzoni imprevedibili. Grow è un disco complesso che ti si avvicina allontanandosi. Un melting pot, una commistione di caratteristiche da valorizzare ascolto su ascolto.


Pubblicato in Alternative Rock | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Texile – Summertime (Stella Recordings/Awal)

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Spensierate visioni di un’estate alle porte regalano odori e profumi che inebriano l’etere di sognanti divagazioni e permettono di inoltrarci all’interno di una realtà che si amplifica ascolto su ascolto. Il progetto sardo Texile, dopo due anni dall’EP d’esordio, ci regala una prova che porta con sé una straordinaria e dolce malinconia aggraziata, condivisa da sferzate elettriche che incrociano brividi di blues, jazz, musica d’autore e incroci continui con un qualcosa che non riusciamo a nominare, ma che affonda le radici nel substrato culturale di ognuno di noi. Sono solo quattro pezzi quelli che compongono questo Summertime. Quattro canzoni che macinano strada, approdano su nuovi lidi e danno una sensazione d’insieme che attrae l’ampio respiro, dona raggio d’azione e perpetua una ricerca che sembra non finire mai.


Pubblicato in Alternative Rock | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Joan Quille – Joan Quille (Edizioni Cromo)

Risultati immagini per joan quille joan quille

Visioni di una favola sperimentale che intessono trame e architetture all’interno di mondi in divenire capaci di considerare attenzione ed emozione portando alla sperimentazione un bisogno sempre nuovo nell’aprire un percorso dentro al proprio io. Il disco omonimo di Joan Quille mescola il rock all’elettronica, i sintetizzatori alle chitarre creando un gusto prettamente ’90 che si sposa alla perfezione con un linguaggio diretto e a tratti ricercato. Trovare una nuova identità, scavarsi dentro, continuare a dare un senso a questa vita è in qualche modo lo scopo che si prefigge di raggiungere la nostra musicista. Il bel canto è lasciato in disparte per incisività a profusione che possiamo scorgere pezzo su pezzo, canzone su canzone. Dalla title track fino a Due, Joan Quille ci regala una personale visione d’insieme che concede ampi spazi al ricordo e alla divagazione sonora. 


Pubblicato in Alternative Rock | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Gran Torino – Secondo Tempo (Autoproduzione)

Secondo tempo<small></small>

Musica pop ben congegnata e affilata che parla di quotidianità con stupore e desiderio sempre nuovo di scoperta e visioni da implementare. Il disco dei Gran Torino è un intreccio di storie da assaporare, un condensato eclettico di energia viscerale che a profusione sa donare emblematiche immagini dalle tinte decise e sempre accese da un bagliore che riesce a scaldare, riesce a fare breccia nei ritrovi dell’anima. Gran Torino è un condensato di vintage autorale e rock pronto a colpire, un album materico che si ispira alla musica indie degli anni ’90 pur trasportando una certa contemporaneità d’insieme. Da Che fine vuoi ? fino a Le vere domande e passando per le riuscite Sei ore, Secondo tempo e Alto volume i nostri riescono a dare valore alle cose più semplici, i piccoli gesti, le piccole affermazioni quotidiane.


Pubblicato in Alternative Rock, Indie Pop | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento