One eyed jack – What’m I getting high on? (Fill 1933/Supernova Music)

Bombarde cosmiche di impatto sostanziale che prendono spunto dalla forza degli anni ’90, alzando il tiro e confezionando una prova dal sapore grunge e alternative rock dove la presenza di un power trio impattante regala soddisfazioni che riempiono di decibel le nostre orecchie e il nostro di dentro. I One eyed jack citano Twin Peaks già dal loro nome e in qualche modo ci fanno rivivere le situazioni musicali di quel periodo, nella loro musica si possono ascoltare echi di Nirvana, Pearl Jam, ma anche di Smashing Pumpkins e Soundgarden per un costrutto che si rifà all’epoca d’oro di Seattle, ma proiettato ai giorni nostri. I testi sono ridondanti per scelta, ripetizioni di frasi ad entrare e ad uscire fino a penetrare nel profondo della carne per un album che spazza via le incertezze e consegna un suono alquanto granitico dove i muri di chitarre sono riempitivo per una base ritmica solida e incalzante. What’m I getting high on? è un disco che potrebbe definirsi anacronistico, ma non lo è, perché piccoli elementi di contorno attuale rendono la proposta alquanto sincera e allettante, abbandonando i conformismi e ricercando una propria strada da seguire.

Info su indiepercui

Una rivista come tante altre...anche se qui ci si mette il cuore. Recensiamo i Vostri Lavori. Ascoltiamo tutto tranne ska, reggae, hip hop metal e derivati. Si predilige il folk, la musica lo-fi, il rock alternativo e tutti quello che ci gira attorno. Cerchiamo di recensire tutti i lavori che ci arrivano. *** Dal 2016 è aperta, inoltre, una SEZIONE FUMETTO con il meglio delle proposte italiane e internazionali in collaborazione con case editrici attente al mondo in cambiamento. Contatti zordi84@libero.it RECENSIAMO SOLO MATERIALE FISICO. L'indirizzo di spedizione verrà comunicato dopo contatto mail.
Questa voce è stata pubblicata in Alternative Rock e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*