Nordgarden – Changes (GDNord Records)

L’impatto e l’eleganza del momento racchiusi in una presa diretta davvero entusiasmante che vede il cantautore norvegese cimentarsi in una prova che ha il gusto del classico sotto numerosi punti di vista. Si imbracciano in estasi i sapori di fine anni ’60, la fluidità dei ’70 per poi esigere contemporaneità offerta dai mezzi di registrazione moderni per un gusto vintage riportato in auge e pieno di sorprese, contrappunti sonori, attimi esposti fibrillanti che colpiscono dritti al cuore. Dieci pezzi cristallini per Nordgarden, dieci pezzi che sono la summa di una carriera e di un percorso molto legato all’Italia. Changes è un disco sui cambiamenti che portiamo con noi, un album sull’essere se stessi oltre ogni cosa e oltre ogni parvenza di realtà e proprio qui il nostro intraprende un cammino chiaro giocando con le parole, giocando con il proprio io e intessendo trame pacate di rara bellezza. Changes si muove suadente a comprimere spazi in un folk sopraffino, coadiuvato da musicisti di talento in una sulfurea e vibrante notte stellata che accarezza come calda coperta invernale per l’inverno che verrà.

Info su indiepercui

Una rivista come tante altre...anche se qui ci si mette il cuore. Recensisco i Vostri Lavori. Ascolto tutto, ma gran poco ska, reggae, hip hop metal e derivati. Si predilige il folk, la musica lo-fi, il rock alternativo e tutti quello che ci gira attorno. *** Dal 2016 è aperta, inoltre, una SEZIONE FUMETTI e LIBRI ILLUSTRATI con il meglio delle proposte italiane e internazionali in collaborazione con case editrici attente al mondo in cambiamento. Contatti [email protected] RECENSISCO SOLO MATERIALE FISICO. L'indirizzo di spedizione verrà comunicato dopo contatto mail.
Questa voce è stata pubblicata in Folk e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.