Massimo Ruberti – Armstrong (Dogana d’acqua produzioni)

Viaggi cosmici e lunari, profondità divelte e nascoste, le stelle lontane e le galassie inarrivabili fino a mutare i sogni e le maree, fino ad impreziosire i cieli con l’oscurità che avanza, che stringe e si assembla, che si deforma e ci fa capire che lassù qualcosa è diverso, qualcosa è in continua evoluzione.

Massimo Ruberti con il suo Armstrong impreziosisce l’aria che respiriamo, calcando un’elettronica di confine degna di colonna sonora bruciata al sole, tra composizioni sonore che vanno oltre gli orizzonti concessi in un mondo fatto solo di luce e buio, ombre ed energia, in un certo qual modo sostanze vitali non approssimative di una desolazione che ci appartiene.

Ascoltare questo disco è fare un viaggio verso l’inaspettato, dove ciò che consideravamo soltanto dalle immagini, si ripropone con energia tutta nuova incanalata e le forze che si oppongono ci fanno vivere, ci fanno sperare.

Infuria, infuria contro il morire della luce, ascoltiamoci dentro per capire cosa fare un giorno, là, negli orizzonti infiniti, insegniamo ai bambini il coraggio di vivere.

Nostress Netlabel

http://www.nostressnetlabel.net/

Download gratuito qui

http://www.nostressnetlabel.net/NN_LP062_10_15.html

 

Info su indiepercui

Una rivista come tante altre...anche se qui ci si mette il cuore. Recensisco i Vostri Lavori. Ascolto tutto, ma gran poco ska, reggae, hip hop metal e derivati. Si predilige il folk, la musica lo-fi, il rock alternativo e tutti quello che ci gira attorno. *** Dal 2016 è aperta, inoltre, una SEZIONE FUMETTI e LIBRI ILLUSTRATI con il meglio delle proposte italiane e internazionali in collaborazione con case editrici attente al mondo in cambiamento. Contatti [email protected] RECENSISCO SOLO MATERIALE FISICO. L'indirizzo di spedizione verrà comunicato dopo contatto mail.
Questa voce è stata pubblicata in Elettronica e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.