Marco Kron – Sfere (Autoproduzione)

L'immagine può contenere: una o più persone

Cantautore eclettico di stampo elettronico capace di protendere la realtà verso spazi infiniti e incanalare un’energia di fondo che si disperde e si contorce in sodalizi essenziali e necessari con la canzone d’autore incastonata in contesti asettici, ma pieni di sfumature, capaci di compenetrare la sostanziale ricerca del nuovo e le basi di fondo per una produzione geniale e mai banale. Marco Kron, cantautore e matematico milanese dà alla luce il suo primo album, Sfere, disco composito e mai lineare che si perde e poi si ritrova tra la luce e l’oscurità, tra ciò che è stato e ciò che deve ancora avvenire, partendo da basi di composizione digitale e portandoci delicatamente in un mondo trasformato dove qualcosa attorno a noi è più forte e sfida la morte. Sfere è un disco elegante e conturbante che parla della nostra società, che parla della nostra esistenza e lo fa senza scadere nel banale, ma piuttosto cercando una propria via d’azione che in pezzi come la stessa title track iniziale o la finale Agrodolce ci fa comprendere un punto di vista esigente capace di coniugare ed assemblare gusto, tecnica e sostanza; una prova quantomai figlia dei nostri tempi, una prova intima e simultanea alla realtà.

Info su indiepercui

Una rivista come tante altre...anche se qui ci si mette il cuore. Recensisco i Vostri Lavori. Ascolto tutto, ma gran poco ska, reggae, hip hop metal e derivati. Si predilige il folk, la musica lo-fi, il rock alternativo e tutti quello che ci gira attorno. *** Dal 2016 è aperta, inoltre, una SEZIONE FUMETTI e LIBRI ILLUSTRATI con il meglio delle proposte italiane e internazionali in collaborazione con case editrici attente al mondo in cambiamento. Contatti [email protected] RECENSISCO SOLO MATERIALE FISICO. L'indirizzo di spedizione verrà comunicato dopo contatto mail.
Questa voce è stata pubblicata in Alternative Rock, Elettronica e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.