L’inverno della civetta – L’inverno della civetta (Taxi driver records)

L’inverno della civetta è un progetto che racchiude al proprio interno membri della scena indie genovese, un disco che in qualche modo rappresenta speranza.

Speranza intanto nel concepire un disco ricco di pathos, energia e momenti più catartici dove si sente la necessità di riassemblare un contesto che in qualche modo, molte volte risulta disunito e incontrollabile.

Speranza poi perchè in questo caso un gruppone di ragazzi si sono uniti per creare un qualcosa di magico, partendo da una stagione, l’inverno che porta con se gli amori disillusi, il freddo pungente e la luce sempre più fioca, quasi fosse un sogno che non riesce a realizzarsi, una continua astrazione da ciò che ci circonda.

Genova, il porto, le barche e il molo, Genova elegante, Genova che rincorre i cunicoli di una città che si perde tra le mura del tempo.

Quel tempo che si assottiglia e si dilata lungo questi 10 brani, che contrappongono il cantato in inglese all’italiano, commistionando generi e radici, substrato culturale ed eleganza mai urlata.

10 canzoni che vi lascio pian piano scoprire, il tutto suona come un viaggio, a volte quieto, altre movimentato, da lasciarci il cuore per tutta la bellezza vista e vissuta, quasi fosse un’istantanea da custodire nel quaderno delle cose vere, quelle che contano, quelle di colore giallo oro, ma dal gusto di fragola.

Info su indiepercui

Una rivista come tante altre...anche se qui ci si mette il cuore. Recensisco i Vostri Lavori. Ascolto tutto, ma gran poco ska, reggae, hip hop metal e derivati. Si predilige il folk, la musica lo-fi, il rock alternativo e tutti quello che ci gira attorno. *** Dal 2016 è aperta, inoltre, una SEZIONE FUMETTI e LIBRI ILLUSTRATI con il meglio delle proposte italiane e internazionali in collaborazione con case editrici attente al mondo in cambiamento. Contatti [email protected] RECENSISCO SOLO MATERIALE FISICO. L'indirizzo di spedizione verrà comunicato dopo contatto mail.
Questa voce è stata pubblicata in Alternative Rock e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.