Letlo Vin – Songs for Takeda (autoproduzione)

Un disco solitario che parla di inquietudini passate, vissute e compresse in un album ricercato, dalle sonorità folk ammiccanti al pop d’oltreoceano e coadiuvato da terapie Iveriane passando per lo Springsteen solitario di The ghost of Tom Joad.

Letlo Vin si concede di passare su territori glaciali, riscaldando vibrazioni contorte per scendere a profondità inesplorate e toccando apici di concretezza con cori e controcori e una voce che si innesta gradatamente fondendosi nel migliore Tom McRae.

Songs for Takeda è un album che dichiaratamente esprime un concetto, l’addio di Takeda, messo in atto da tre parti che commuovono e con sospirato sollievo rendono la vicenda viva e vissuta.

Masterizzato da Nick Petersen, il genio che ha dato vita al Mastering di For Emma, Forever Ago di Bon Iver, il disco si presenta come un forte impegno al disincanto narrando passioni e racconti che conquistano fin dal primo ascolto.

Un album maturo e compiuto, che parla di addii o forse di felici ritorni, un ritorno alla pace dell’anima che raggiunge e completa, che si inerpica e scalda.

 

Info su indiepercui

Una rivista come tante altre...anche se qui ci si mette il cuore. Recensisco i Vostri Lavori. Ascolto tutto, ma gran poco ska, reggae, hip hop metal e derivati. Si predilige il folk, la musica lo-fi, il rock alternativo e tutti quello che ci gira attorno. *** Dal 2016 è aperta, inoltre, una SEZIONE FUMETTI e LIBRI ILLUSTRATI con il meglio delle proposte italiane e internazionali in collaborazione con case editrici attente al mondo in cambiamento. Contatti [email protected] RECENSISCO SOLO MATERIALE FISICO. L'indirizzo di spedizione verrà comunicato dopo contatto mail.
Questa voce è stata pubblicata in Folk, Indie Pop e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.