Karenina – Via Crucis (Autoproduzione)

Suonano sott’acqua questi Karenina, inglobando bolle d’aria per esplodere con strazianti parole e raccontando un’Italia che non gira.

Il suono convince fin dalle prime battute di questo loro secondo disco, Via Crucis, nato sotto buoni auspici e con una certa raffinatezza che non passa inosservata, anzi l’album stesso è portatore di quella capacità intrinseca che contribuisce a dare al tutto un tono caricamente emotivo e principalmente costruito per stratificare al meglio racconti, stati d’animo ed emozioni.

I 5 bergamaschi ricordano sotto l’aspetto grintoso i conterranei Verdena, anche se qui la musica accompagna testi di gran spessore, meno criptici e che toccano con mano le vicende di ogni giorno.

Un pop rock pensato per ammaliare, una musica che non è latente, ma si esprime con capacità sbalorditiva già dalle battute iniziali quando il viaggio ha inizio il 26 Novembre 2010, passando per la partenza softcore di Ovest e generando emozioni a non finire nell’inno generazionale Nel centro del Paese.

Il disco poi si apre a territori di vera e propria sperimentazione sonora, arrivando all’ipnotico riff che non si scorda tanto facilmente in Per vederti ancora.

Notevole poi risulta la metrica e la struttura della chisura del cerchio 26 Febbraio 2011.

Un disco maturo, energico, che contrappone con efficacia momenti di calma apparente a momenti che non fanno rimpiangere di certo anche la rock band più naviagata; un album dalle tinte scure che solo grazie alla chiave magica nascosta nella nostra mente riesce ad aprirsi in colori sempre più reali.

 

Info su indiepercui

Una rivista come tante altre...anche se qui ci si mette il cuore. Recensisco i Vostri Lavori. Ascolto tutto, ma gran poco ska, reggae, hip hop metal e derivati. Si predilige il folk, la musica lo-fi, il rock alternativo e tutti quello che ci gira attorno. *** Dal 2016 è aperta, inoltre, una SEZIONE FUMETTI e LIBRI ILLUSTRATI con il meglio delle proposte italiane e internazionali in collaborazione con case editrici attente al mondo in cambiamento. Contatti [email protected] RECENSISCO SOLO MATERIALE FISICO. L'indirizzo di spedizione verrà comunicato dopo contatto mail.
Questa voce è stata pubblicata in Alternative Rock e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.