Giovanni Cinque – Hobo (Autoproduzione)

album Hobo - Giovanni Cinque

Disco di un romanticismo ormai disperso che trasforma in poesia un suono decadente, minimal cantautorale che abbraccia la canzone di un tempo perduto e si sofferma nel ricreare piccoli quadri esperienziali che proteggono il futuro che verrà, ricordando per certi versi uno scavatore dell’anima, uno che viene a patti con se stesso e oltrepassa il confine della mediocrità per regalarci un prezioso primo album autoprodotto che si sofferma nel raccontare il mutare delle stagioni attraverso un viaggio introspettivo che possiamo chiamare tranquillamente amore, un viaggio fatto di profondità vocale e di importanza dei testi lucidati a dovere che presenziano e si fanno largo per caratura e pesantezza, quasi fossero diamanti in bilico tra un pop sopraffino e la musica d’autore degli anni ’70 e se proprio vogliamo dirla tutta il nostro Giovanni Cinque ha intascato una prova che stupisce per coerenza e bellezza, quasi fosse un qualcosa da preservare, oltre il tempo che verrà.

Info su indiepercui

Una rivista come tante altre...anche se qui ci si mette il cuore. Recensisco i Vostri Lavori. Ascolto tutto, ma gran poco ska, reggae, hip hop metal e derivati. Si predilige il folk, la musica lo-fi, il rock alternativo e tutti quello che ci gira attorno. *** Dal 2016 è aperta, inoltre, una SEZIONE FUMETTI e LIBRI ILLUSTRATI con il meglio delle proposte italiane e internazionali in collaborazione con case editrici attente al mondo in cambiamento. Contatti [email protected] RECENSISCO SOLO MATERIALE FISICO. L'indirizzo di spedizione verrà comunicato dopo contatto mail.
Questa voce è stata pubblicata in Musica d'autore e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.