Funnets – Wanji (Autoproduzione)

Suoni esplosivi e contorti che si diramano come alberi nelle profondità abissali in una costante ricerca desueta fatta di sogni infranti, incubi da dimenticare e nuovi spazi da trovare in una sostanziale necessità imprescindibile di dare un senso diverso a tutto ciò che era stato fatto nel passato. I Funnets registrano una prova psichedelica per contenuti e lisergica quanto basta per farci fare giri unici in territori celati, nascosti e che in questa manciata di canzoni trovano appigli in registrazioni fantasmagoriche che vanno premiate per originalità e eterogeneità della proposta puntando a colpire l’ascoltatore nello spazio tra il sogno e la realtà. Un viaggio quindi emozionale tra funk e crossover che ha il sapore della spiritualità orientale, un percorso che sembra non finire mai, ma che piuttosto ritrova nella sperimentazione un punto d’approdo per soddisfazioni importanti e soprattutto uniche. Wanji è un album da ascoltare tutto d’un fiato, un insieme di brani che colpisce allo stomaco dell’ascoltatore senza dare tregua, ma piuttosto percependo l’esigenza di farsi da guida per i mondi che dobbiamo ancora esplorare. 


Info su indiepercui

Una rivista come tante altre...anche se qui ci si mette il cuore. Recensisco i Vostri Lavori. Ascolto tutto, ma gran poco ska, reggae, hip hop metal e derivati. Si predilige il folk, la musica lo-fi, il rock alternativo e tutti quello che ci gira attorno. *** Dal 2016 è aperta, inoltre, una SEZIONE FUMETTI e LIBRI ILLUSTRATI con il meglio delle proposte italiane e internazionali in collaborazione con case editrici attente al mondo in cambiamento. Contatti [email protected] RECENSISCO SOLO MATERIALE FISICO. L'indirizzo di spedizione verrà comunicato dopo contatto mail.
Questa voce è stata pubblicata in Alternative Rock e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.