Followtheriver – Blankets & bumblebees (Autoproduzione)

L'immagine può contenere: camera_da_letto e spazio al chiuso

Profondità accurate da cameretta nascosta dal tempo. Suoni magmatici che risalgono la china della sconfitta e intercettano il sapore e il profumo delle cose autentiche e personali, intrise di amore e significati da cogliere. Il nuovo EP di Followtheriver nasconde al proprio interno una sospinta leggerezza ad approcciare uno stile che si snoda lungo il fiume della nostra essenza. Raccolte di fiori lasciati ad essiccare al vento, raccolte di energia pronte a lanciarsi, ad andare oltre in una sofistica ricerca che trasversalmente tocca un Justin Vernon tra l’omonimo e il 22, A million e sale fino all’elettronica d’esordio di James Blake. Il disco di Filippo Ghiglione tocca le corde più profonde del nostro essere vivi. Le tocca con una fragilità non lasciata al caso, ma piuttosto rende autentica quella visione del mondo da poter esplorare fuori dal luogo in cui abitiamo. Un album capace di abbracciare luoghi sterminati, pianure e montagne, pronto, in un certo qual modo a trovare sempre e comunque la strada verso un nuovo cuore da conquistare. 


Info su indiepercui

Una rivista come tante altre...anche se qui ci si mette il cuore. Recensisco i Vostri Lavori. Ascolto tutto, ma gran poco ska, reggae, hip hop metal e derivati. Si predilige il folk, la musica lo-fi, il rock alternativo e tutti quello che ci gira attorno. *** Dal 2016 è aperta, inoltre, una SEZIONE FUMETTI e LIBRI ILLUSTRATI con il meglio delle proposte italiane e internazionali in collaborazione con case editrici attente al mondo in cambiamento. Contatti [email protected] RECENSISCO SOLO MATERIALE FISICO. L'indirizzo di spedizione verrà comunicato dopo contatto mail.
Questa voce è stata pubblicata in Folk e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.