Folkamiseria – Follia (Onairish)

Quarto album per la band da super pub irlandese capace di creare melodie tipicamente folk incrociate però da una forte componente rock che non permette di classificare in modo immediato questo suono, ma piuttosto permette di navigare lungo confini poco battuti e carichi di quella potenza musicale che solo incrociatori generosi di balli notturni inoltrati possono evidenziare. Tra la follia del paese, della gente comune, di chi lotta ogni giorno i nostri creano un disco che ha il sapore del folk rock, ma anche del reggae, del blues e dello swing, un album multisfaccettato in continuo divenire che abbraccia il passato, la tradizione, ma anche il moderno il nostro sentito vivere tramite un amore collettivo che attraverso Il viaggio, non a caso è il pezzo che apre il disco, ci porta a scoprire vizi e virtù della nostra Italia, passando per Caffeina, Fernet Blues, My country, Il valzer del telefonino e senza dimenticare le preziose collaborazioni con Cisco, Lorenzo Monguzzi dei Mercanti di liquore e con i torinesi Bandakadabra per un album che riunisce la vivacità del folk senza dimenticare la potenza impattante di un rock d’autore davvero riuscito.

Info su indiepercui

Una rivista come tante altre...anche se qui ci si mette il cuore. Recensisco i Vostri Lavori. Ascolto tutto, ma gran poco ska, reggae, hip hop metal e derivati. Si predilige il folk, la musica lo-fi, il rock alternativo e tutti quello che ci gira attorno. *** Dal 2016 è aperta, inoltre, una SEZIONE FUMETTI e LIBRI ILLUSTRATI con il meglio delle proposte italiane e internazionali in collaborazione con case editrici attente al mondo in cambiamento. Contatti [email protected] RECENSISCO SOLO MATERIALE FISICO. L'indirizzo di spedizione verrà comunicato dopo contatto mail.
Questa voce è stata pubblicata in Alternative Rock, Folk, Musica d'autore e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.