Fabrizio Pocci e il Laboratorio – Una vita (Quasi) normale (VREC)

Fabrizio Pocci è cantautore in blues che si abbandona alla bellezza delle cose semplici che possono capitare, l’importanza nel definire l’essenza del momento in istantanee poppeggianti e di sicuro effetto coadiuvate da refrain che entrano facilmente in testa e lasciano inseguire i pensieri in un vortice di sentimenti e sostanze positive, accompagnando un suono importante e ben calibrato grazie alla presenza, in veste di produttore artistico, di Erriquez della Bandabardò, della chitarra di Finaz in In fondo è facile, e la voce di Jole Canelli nell’interpretazione di Se stasera sono qui di Tenco senza dimenticare il super ospite Bobo Rondelli che duetta nel primo singolo del disco E ci sei tu. Fabrizio Pocci da vita ad un teatro di quotidianità che arriva a delineare un quadro semplice, a tratti intimista, di passioni e comunione d’intenti, si pensi a Io non ti scorderò o a Sfumature, all’importanza del ricordo e al senso totale della vita stessa alla ricerca di Una vita normale con al centro proprio quelle esistenze di tutti i giorni, vissute fino in fondo e pronte ad esplodere seguendo il corso delle stagioni, seguendo il corso dei giorni e dei sogni che stanno sempre dietro l’angolo.

Info su indiepercui

Una rivista come tante altre...anche se qui ci si mette il cuore. Recensisco i Vostri Lavori. Ascolto tutto, ma gran poco ska, reggae, hip hop metal e derivati. Si predilige il folk, la musica lo-fi, il rock alternativo e tutti quello che ci gira attorno. *** Dal 2016 è aperta, inoltre, una SEZIONE FUMETTI e LIBRI ILLUSTRATI con il meglio delle proposte italiane e internazionali in collaborazione con case editrici attente al mondo in cambiamento. Contatti [email protected] RECENSISCO SOLO MATERIALE FISICO. L'indirizzo di spedizione verrà comunicato dopo contatto mail.
Questa voce è stata pubblicata in Folk, Indie Pop, Musica d'autore e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.