Criminal Party – La Revolution Bourgeoise (Downbeat & Pink House Label)

Garage punk rock divincolato dalle mode del momento e diretto alla costruzione polverosa di impalcature geometriche sporche e vissute, snocciolate in contesti di buio raccolto e vibrante sudore in modo naturale, in modo pieno ed esclusivo, strizzando l’occhio alle produzioni degli anni ’90, quelle più vere che attingono nella ruvidezza delle band scandinave tutta la loro imperfezione o che magari fanno un salto un po’ più indietro toccando i Cramps con disinvoltura e sfacciataggine senza tralasciare la matrice del punk californiano di fine ’70 per commistioni che non sono da etichettare, ma convogliano in strutture che attingono direttamente dall’esperienza del tempo per questa rivoluzione borghese che racchiude diciotto brani che si affacciano con prepotenza ai giorni nostri, parlando della nostra società e di tutto ciò che la circonda con occhio di riguardo nei confronti degli ultimi che attraversano i momenti della storia subendo inevitabili sconfitte tra il buio e la luce e la speranza che forse risiede dietro l’angolo, più lontano.

Info su indiepercui

Una rivista come tante altre...anche se qui ci si mette il cuore. Recensiamo i Vostri Lavori. Ascoltiamo tutto tranne ska, reggae, hip hop metal e derivati. Si predilige il folk, la musica lo-fi, il rock alternativo e tutti quello che ci gira attorno. Cerchiamo di recensire tutti i lavori che ci arrivano. *** Dal 2016 è aperta, inoltre, una SEZIONE FUMETTO con il meglio delle proposte italiane e internazionali in collaborazione con case editrici attente al mondo in cambiamento. Contatti [email protected] RECENSIAMO SOLO MATERIALE FISICO. L'indirizzo di spedizione verrà comunicato dopo contatto mail.
Questa voce è stata pubblicata in Alternative Rock e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.