Colpi Repentini – Duomo ore dieci (Autoproduzione)

L'immagine può contenere: sMS

Muoversi sul filo sospeso di una bruttura moderna da denunciare è l’obiettivo che si pongono i Colpi Repentini, band capace, attraverso questo disco, di raccontare di un’Italia contaminata dalla moda hipster, dagli svoltini e dalle barbe troppo curate a far tendenza in un’omologazione diffusa che si perde nell’abbandono dell’essenziale senza interrogarsi sul futuro che verrà. In questo piccolo disco non ci sono generi precisi di associazione, ma piuttosto troviamo un miscuglio eterogeneo di mondi a farla da padrone, tanta musica quindi sapientemente elaborata dai cinque che attinge dal cantautorato e dal beat degli anni ’60 passando per sofisticazioni jazz e swing senza dimenticare blues e dintorni con escursioni sul terreno semplice di un gipsy a portata di mano pronto ad infiammare canzoni che sono prima di tutto uno sfida nei confronti di tutto ciò che ci circonda e sono anche inconsapevolmente un modo per uscire dalle mode preconfezionate dando adito a una situazione complessa e ispirata pronta, indiscutibilmente, a far parlare di sé.

Info su indiepercui

Una rivista come tante altre...anche se qui ci si mette il cuore. Recensisco i Vostri Lavori. Ascolto tutto, ma gran poco ska, reggae, hip hop metal e derivati. Si predilige il folk, la musica lo-fi, il rock alternativo e tutti quello che ci gira attorno. *** Dal 2016 è aperta, inoltre, una SEZIONE FUMETTI e LIBRI ILLUSTRATI con il meglio delle proposte italiane e internazionali in collaborazione con case editrici attente al mondo in cambiamento. Contatti [email protected] RECENSISCO SOLO MATERIALE FISICO. L'indirizzo di spedizione verrà comunicato dopo contatto mail.
Questa voce è stata pubblicata in Indie Pop e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.