Archivi autore: indiepercui

Info su indiepercui

Una rivista come tante altre...anche se qui ci si mette il cuore. Recensisco i Vostri Lavori. Ascolto tutto, ma gran poco ska, reggae, hip hop metal e derivati. Si predilige il folk, la musica lo-fi, il rock alternativo e tutti quello che ci gira attorno. *** Dal 2016 è aperta, inoltre, una SEZIONE FUMETTI e LIBRI ILLUSTRATI con il meglio delle proposte italiane e internazionali in collaborazione con case editrici attente al mondo in cambiamento. Contatti [email protected] RECENSISCO SOLO MATERIALE FISICO. L'indirizzo di spedizione verrà comunicato dopo contatto mail.

I funketti allucinogeni – Ombre (Xo La Factory/Cabezon Records)

Funk stradale sotterrato al suolo e pronto a scoprire un mondo lisergico e aperto a cambiamenti che si discosta dal circostante per ampiezza di vedute e capacità originali di ponderare l’ascolto per trovare nelle ombre della vita luce oltre ogni … Continua a leggere

Pubblicato in Alternative Rock | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Stanley Rubik – Tutto è come sembra (INRI)

Elettronica darkeggiante apre a paesaggi di appeal emozionale in grado di scandagliare l’etere con forme sintetizzate di una poesia malinconica incrociata alle paure metropolitane di questo nostro secolo affacciato al domani. I Stanley Rubik sono tornati con un disco a … Continua a leggere

Pubblicato in Alternative Rock, Elettronica | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Elli de Mon – Songs of Mercy and Desire (Pitsharks Records)

Ricercare radici nei boschi perduti, nei boschi vicino a casa, tra chitarre slide ricercare un senso necessario per creare un garage folk sporcato dal blues ad intessere trame di vissuti sostanziali in comunione con ciò che ci portiamo dentro da … Continua a leggere

Pubblicato in Alternative Rock | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Campos – Umani, vento e piante (Woodworm)

Atmosfere da bosco in rarefazione totale che comprimono bisogni e corteggiano con fare suadente una musica fatta di echi, coralità e cuore. Suoni di difficile interpretazione si perdono nei meandri di una voce quasi soffocata, una voce sussurrata che nell’introspezione … Continua a leggere

Pubblicato in Folk, Indie Pop | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Fabio Cinti – La voce del padrone/Un adattamento gentile (Private Stanze)

Archi proiettati a ricoprire di sedimenti lunari un disco che brilla di luce propria e costruisce impalcature spogliate di ogni orpello per mostrare corpo e anima d’importanza scaturita in un Battiato pop che come quadro risplende nel tempo, oggi più … Continua a leggere

Pubblicato in Indie Pop | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Edy – Variazioni (Goodfellas)

Pop d’autore collezionabile tra i racconti di Dente, le versioni di Iosonouncane e l’interesse profondo dei La Crus  per un esordio prodotto da Marco Fasolo dei Jennifer Gentle che racchiude poeticamente un desiderio necessario di uscire dalla mediocrità del cantautorato … Continua a leggere

Pubblicato in Indie Pop | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Virtual Time – From the roots a folded sky (Go Down Records)

Sempre impressionante il lavoro dei Virtual time nel far approdare all’interno della nostra mente un suono proveniente direttamente dai fasti di un’epoca che non c’è più attraverso un lavoro di cesello, di chitarre sudate e di una musica che non … Continua a leggere

Pubblicato in Alternative Rock | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Mellow Mood – Large (La Tempesta Dub)

Sonorità colorate e sospese attraverso una solida base ritmica che si sposa alla perfezione con un suono sempre in evoluzione per la band reggae più importante che l’Italia possa avere. Ritornano i Mellow Mood con un disco compatto che tratta … Continua a leggere

Pubblicato in ska reggae | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

BeWider – Full Panorama (Folk Wisdom)

Elettronica appagante e di sicuro appeal che interseca anfratti neuronali di purezza cosmica da poter intessere nelle trame e nelle logiche di una musica che in loop continuo cerca di scandagliare l’essere umano nelle sue costanti forme e dimensioni. Il … Continua a leggere

Pubblicato in Elettronica | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Buckwise – Turning point (La Rivolta Records)

Suoni elettrici dobro distorti che intersecano atmosfere solitarie in visioni di forme desuete, compatte, apocalittiche. Il disco dei Buckwise sedimenta introspezioni ascolto dopo ascolto, non si accontenta di apparire con un suono tipicamente oltre oceano, ma piuttosto unisce una comunicazione … Continua a leggere

Pubblicato in Alternative Rock, Elettronica | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento