Artico – Uscirne Illesi (Overdrive records/Non ti seguo records)

Artico - Uscirne Illesi

Incontrollabili momenti di hardcore che persistono nell’etere attraverso un post imbrigliato capace di unire At the drive in, Altro e Ulan Bator in una coesione esistenziale di testi e tanto sudore. Gli Artico confezionano un disco pieno di rimandi ad una musica semi scomparsa. Un insieme di pezzi diretti, schivi, ma che parlano con voce gridata di tutto ciò che non funziona, di tutto quel nascosto che risiede tra forme e dimensioni di conforto. Uscirne illesi non è autocelebrazione, ma piuttosto un tentativo imponente di riuscire a vivere la propria normalità nei casini di ogni giorno. Ecco allora che cadono, come pioggia suadente e fagocitante, canzoni come Lo chiamavamo casa, Purgatorio, Frastuono, Incubi, Quando arriverà il momento saremo stanchi, Schegge a ricucire le ferite, a rincorrere il proprio destino. Uscirne illesi suona veloce. Pieno. Un mare in tormenta con radici ben piantate. Un disco di genere che incanala la rabbia del momento. Undici attimi di incontrollabile energia proiettata nel presente.


Info su indiepercui

Una rivista come tante altre...anche se qui ci si mette il cuore. Recensisco i Vostri Lavori. Ascolto tutto, ma gran poco ska, reggae, hip hop metal e derivati. Si predilige il folk, la musica lo-fi, il rock alternativo e tutti quello che ci gira attorno. *** Dal 2016 è aperta, inoltre, una SEZIONE FUMETTI e LIBRI ILLUSTRATI con il meglio delle proposte italiane e internazionali in collaborazione con case editrici attente al mondo in cambiamento. Contatti [email protected] RECENSISCO SOLO MATERIALE FISICO. L'indirizzo di spedizione verrà comunicato dopo contatto mail.
Questa voce è stata pubblicata in Alternative Rock e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.