Antonio Fresa – Piano verticale (The Writing Room)

Suadenti circoscrizioni atte a liberare una parabola metafisica in nome di un jazz stilisticamente ineccepibile che scruta il minimalismo e il pop con disincanto e bisogno di creare atmosfere compositive uniche. Il disco di Antonio Fresa contribuisce a creare sogni ad occhi aperti e lo fa da primo della classe grazie ad intuizioni stilistiche pregne di significati da veicolare e bisogno sempre acceso di dare in simultanea un senso a tutto ciò che viene ascoltato. Sono otto canzoni, otto inclusioni di bellezza che si muovono a ricreare acquarelli di fattura ammirevole, spaziando, ricercando, esponendo la propria anima e il proprio cuore sul palmo della mano. Piano verticale è un disco intenso che culla e conforta, da Inner life fino a Perdita il nostro riesce a ricreare emozioni da ascoltare sul far della sera.


Info su indiepercui

Una rivista come tante altre...anche se qui ci si mette il cuore. Recensisco i Vostri Lavori. Ascolto tutto, ma gran poco ska, reggae, hip hop metal e derivati. Si predilige il folk, la musica lo-fi, il rock alternativo e tutti quello che ci gira attorno. *** Dal 2016 è aperta, inoltre, una SEZIONE FUMETTI e LIBRI ILLUSTRATI con il meglio delle proposte italiane e internazionali in collaborazione con case editrici attente al mondo in cambiamento. Contatti [email protected] RECENSISCO SOLO MATERIALE FISICO. L'indirizzo di spedizione verrà comunicato dopo contatto mail.
Questa voce è stata pubblicata in Musica d'autore e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.