Alberto N.A. Turra – FILMWORKS (Felmay)

L'immagine può contenere: notte

Poliedricità è la parola giusta per descrivere Alberto e la sua costante ricerca nel ricreare e ammaliare di sostanza magica la pellicola del cinema, cambiando forme, costruzioni, alternando l’energia delle chitarre in distorsione per approdare ad una musica minimal pianistica che via via si avvicenda e si apre a paesaggi lussureggianti e multiformi che per l’occasione intensificano l’approccio e danno alito nella creazione di una difficile, ma armoniosa inquadratura, si perché Alberto Turra è artista a tutto tondo e i campi lunghi cinematografici si possono scorgere appena dopo il muro che ci separa dal nostro non volere assaporare i minimi dettagli che questa opera è in grado di dare, un’opera che si propone, grazie ad una potenza espressiva esponenziale, di racchiudere l’idea di un mondo lontano, quasi subacqueo e vorticoso e pronto ad aprirsi a luoghi che non conosciamo, regalando emozioni sonore di rara intensità che nella circostanza del momento si fanno portatrici di colori dominanti e carichi di consapevolezza.

Info su indiepercui

Una rivista come tante altre...anche se qui ci si mette il cuore. Recensisco i Vostri Lavori. Ascolto tutto, ma gran poco ska, reggae, hip hop metal e derivati. Si predilige il folk, la musica lo-fi, il rock alternativo e tutti quello che ci gira attorno. *** Dal 2016 è aperta, inoltre, una SEZIONE FUMETTI e LIBRI ILLUSTRATI con il meglio delle proposte italiane e internazionali in collaborazione con case editrici attente al mondo in cambiamento. Contatti [email protected] RECENSISCO SOLO MATERIALE FISICO. L'indirizzo di spedizione verrà comunicato dopo contatto mail.
Questa voce è stata pubblicata in Avanguardie e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.