12BBR – 12 Bars Blues Revolution (Autoproduzione)

Band dalle enormi potenzialità che ripercorre in soli cinque pezzi una storia del rock quasi dagli albori, omaggiando con il proprio stile e soprattutto con il proprio suono, una musica a cavallo tra gli anni ’60 e ’70, suoni che si dimenano tra la chitarra di Hendrix fino alle esplosioni colorate e graffianti di band come gli Stones impreziosendo la proposta con il sapore polveroso di un grande Jack White fino a comprimere sforzi e successi con le lisergiche e sotterranee avventure dei Tama Impala in un concentrato di energia sonora che ben rappresenta una costante ricerca e un amore per la musica, per le cose fatte bene, per la cura quindi e anche per la sfrontatezza che i nostri mettono in pezzi come l’iniziale How does it end? fino al finale meditativo lasciato alla bellissima Cold Floor per un disco che rappresenta un punto di partenza davvero importante per una band che spero, farà ancora parlare di sé per molto tempo.

Info su indiepercui

Una rivista come tante altre...anche se qui ci si mette il cuore. Recensisco i Vostri Lavori. Ascolto tutto, ma gran poco ska, reggae, hip hop metal e derivati. Si predilige il folk, la musica lo-fi, il rock alternativo e tutti quello che ci gira attorno. *** Dal 2016 è aperta, inoltre, una SEZIONE FUMETTI e LIBRI ILLUSTRATI con il meglio delle proposte italiane e internazionali in collaborazione con case editrici attente al mondo in cambiamento. Contatti [email protected] RECENSISCO SOLO MATERIALE FISICO. L'indirizzo di spedizione verrà comunicato dopo contatto mail.
Questa voce è stata pubblicata in Alternative Rock e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.